Ginnastica, Olimpiadi Rio 2016 – Preview Corpo Libero: Biles con l’oro al collo, Ferrari all’assalto, Raisman per il ritorno

Vanessa-Ferrari-Assoluti-2.jpg

Ormai è tutto pronto a Rio de Janeiro dove dal 5 al 21 agosto si disputeranno le Olimpiadi 2016. La ginnastica artistica è pronta per fare il proprio debutto come sport di classe A, cioè come una delle tre discipline più importanti della rassegna a cinque cerchi insieme a nuoto e ad atletica leggera.

Le 98 ginnaste qualificate e iscritte sono pronte a darsi battaglia all’Olympic Arena a caccia delle ambite medaglie. Spettacolo garantito nell’evento più importante dell’intero quadriennio con tutte le stelle del circuito ai nastri di partenza.

Analizziamo nel dettaglio tutte le gare femminili: stelle, favorite per il successo e per il podio ma anche per la qualificazione alla finale, outsider, temi caldi. Concentriamoci sul corpo libero. Nel corso della giornata vi proporremo un articolo per ogni evento.

 

Olimpiadi Rio 2016 – Concorso a squadre: USA dominatori, Russia e Cina inseguono, l’Italia per l’impresa

Olimpiadi Rio 2016 – Concorso individuale: Simone Biles per l’apoteosi, Douglas ritorna, Mustafina per la zampata

Olimpiadi Rio 2016 – Volteggio: Simone Biles batterà Paseka e Hong? Chusovitina col Produnova per la leggenda

Olimpiadi Rio 2016 – Parallele asimmetriche: le Campionesse del Mondo Spiri, Fan, Kocian sfidano Aliya Mustafina

Olimpiadi Rio 2016 – Trave: Biles favorita, poi la lotteria. Ponor e le sorprese, l’Italia spera con Ferlito

Olimpiadi Rio 2016 – Corpo libero: Simone Biles con l’oro al collo, Vanessa Ferrari vuole la riporta, Raisman il bis

 

L’oro al corpo libero è già al collo di Simone Biles. Dominatrice indiscussa della specialità, Campionessa del Mondo su questo attrezzo per tre volte consecutive, la statunitense ha un vantaggio enorme sulle avversarie e solo una clamorosa caduta (l’unico precedente risale al day1 dei Campionati Nazionali 2015) potrebbe tenerla giù dal gradino più alto del podio a cinque cerchi.

L’allieva di Aimee Boorman chiuderà la sua Olimpiade su questo attrezzo e, se tutto dovesse andare come spera, avrà qui l’occasione di fermare il leggendario pokerissimo di medaglie d’oro. Solo lei può perdere il titolo perché sul campo non ha rivali.

 

Aly Raisman è la Campionessa Olimpica di Londra 2012 e vorrà difendere il titolo fino all’ultimo. La capitana degli USA è ritornata dopo due anni di inattività, è parsa in grande forma, ha incantato al quadrato con la sua consueta artisticità e le sue interessanti difficoltà. Sembra impossibile battere la Biles ma la favorita per la medaglia d’argento è lei.

L’assenza della russa Ksenia Afanaseva pesa notevolmente sulle dinamiche di gare. Catalina Ponor è la Campionessa Olimpica del 2004 ed è l’argento in carica, ha vinto il bronzo agli Europei, è in forma smagliante e a 29 anni potrebbe togliersi l’ennesima soddisfazione. Aliya Mustafina, bronzo a Londra 2012 beffando Vanessa Ferrari per la regola dei parimeriti, non sembra però essere performante come nei giorni migliori.

 

Proprio la nostra Cannibale andrà a caccia di quella medaglia che tanto le manca nel palmares. Dopo la beffa di quattro anni fa, dopo aver vinto davvero di tutto, la Campionessa del Mondo 2006 vuole mettersi al collo anche l’alloro a cinque cerchi: ritorna sulle note del Nessun Dorma, è dotata di una grande acrobatica e soprattutto ha una caparbietà invidiabile che potrebbero spingerla verso il traguardo.

Fa paura Flavia Saraiva, idolo di casa che punta tutto sulla sua artisticità, eleganza e leggerezza. Piccola, funambolica e incantevole con l’aiuto del pubblico (e dei giudici). Non sarà facile starle davanti…

Attenzione all’elevatissimo D Score di Sae Miyakawa, giovanissima nipponica già finalista ai Mondiali 2015 e che vanta una nota di partenza inferiore solo a quella di Simone Biles. Ha velleità importanti anche la britannica Claudia Fragapane, oltre a Giulia Streingruber Campionessa d’Europa di specialità e outsider di lusso.

La cinese Shang Chunsong, la nostra Erika Fasana, l’olandese Sanne Wevers, le russe Angelina Melnikova e Seda Tutkhalyan, le britanniche Amy Tinkler ed Ellie Downie potrebbero essere le altre grandi intruse in una specialità che può comunque regalare delle sorprese dell’ultimo minuto.

 

 

Lascia un commento

Top