Ginnastica, Olimpiadi Rio 2016 – La Russia sarà ai Giochi! Il CIO la salva, la FIG accetterà Mustafina e compagne

Mustafina-Tutkhalyan.png

La Russia parteciperà alle Olimpiadi di Rio 2016 anche con le Nazionali di ginnastica artistica. Il CIO ha deciso che non impedirà la partecipazione a tutti gli sportivi russi ma che le singole Federazioni Internazionali d’appartenenza potranno decidere se permettere o meno agli atleti di volare a Rio. Ricordiamo che la Russia era finita sotto giudizio per i presunti casi di doping statale.

La Federazione Internazionale della Ginnastica aveva già comunicato settimana scorsa che “i ginnasti non devono pagare per errori commessi in altre discipline”. Dunque è chiara quale sarà la decisione che verrà presa dall’organo che governa la Polvere di Magnesio.

 

Tirano un sospiro di sollievo Aliya Mustafina e compagne che stamattina sono partite da Mosca e che nel pomeriggio atterreranno in Brasile. La Zarina Campionessa Olimpica alle parallele e Campionessa del Mondo all-around nel 2010, le Campionesse del Mondo Maria Paseka e Daria Spiridonova (rispettivamente al volteggio e alle parallele), la Campionessa Olimpica Giovanile Seda Tutkhalyan e la grande promessa Angelina Melnikova saranno della partita all’Olympic Arena e avranno diverse chance di medaglia.

Oltre alle ragazze ci sarà anche il quintetto maschile, la squadra di ritmica Campionessa Olimpica in carica e superfavorita per l’oro Rio, gli individualisti del trampolino, Yana Kudryavtseva Campionessa del Mondo di ritmica.

 

Di seguito tutti i nominativi, in attesa comunque che arrivi comunque un’ufficialità scritta da parte della FIG:

GINNASTICA ARTISTICA (femminile): Aliya Mustafina, Daria Spiridonova, Maria Paseka, Angelina Melnikova, Seda Tutkhalyam

GINNASTICA ARTISTICA (maschile): Denis Abliazin, David Belyavskiy, Nikita Ignatyev, Nikolai Kuksenkov, Nikita Nagornyy

GINNASTICA RITMICA (squadra): 5 posti, nominativi ancora da comunicare

GINNASTICA RITMICA (individualiste): Yana Kudryavtseva, Margarita Mamun

TRAMPOLINO ELASTICO (maschile): Dmitry Ushakov, Andrey Yudin

TRAMPOLINO ELASTICO (femminile): Yana Pavlova

 

Questo, invece, il comunicato stampa pubblicato settimana scorsa e la presa di posizione da parte dei piani alti di Losanna:

La FIG sostiene pienamente la politica del CIO sulla tolleranza zero al doping, ma pensa che non tutti gli atleti russi debbano essere bannati dai Giochi e ritenuti colpevoli per azioni perpetrate da altre Federazioni [diverse rispetto a quella a cui appartengono, ndr] e da atleti di altri sport.

I ginnasti non possono essere giudicati basandosi su altri sport. Prima che ogni azione venga mossa contro atleti della FIG, devono essere dimostrate le accuse di doping.

I ginnasti russi sono stati oggetti di controllo nelle stesso modi in cui sono stati controllati atleti di altre Federazioni. Dunque gli atleti russi puliti devono avere il permesso di partecipare ai Giochi.

 

stefano.villa@oasport.it

Lascia un commento

Top