Ginnastica, Olimpiadi Rio 2016 – Italia, inizia l’ultimo collegiale! Le azzurre si preparano per i Giochi

Ferrari-Fasana-Ferlito.jpg

Ultima fermata prima della partenza per Rio de Janeiro. Oggi la Nazionale di ginnastica artistica femminile che rappresenterà l’Italia alle Olimpiadi 2016 si radunerà al PalAlgeco di Brescia per l’ultimo collegiale in vista dell’appuntamento più importante dell’intero quadriennio.

Enrico Casella, al termine dei Campionati Assoluti svoltisi nel weekend a Torino, ha svelato il quintetto che volerà in Brasile. Avremo una formazione ricca di tanta esperienza, composta dalle famose 3 effe (Vanessa Ferrari, Erika Fasana, Carlotta Ferlito) che hanno già disputato i Giochi Olimpici almeno una volta in carriera e dalle due giovani debuttanti Elisa Meneghini e Martina Rizzelli.

Per la prima volta dopo 56 anni l’Italia si presenterà ai nastri di partenza senza nemmeno una minorenne e con un’età media di 21 anni, tra le più alte delle 12 squadre che scenderanno in campo all’Olympic Arena.

Il nostro Direttore Tecnico ha dichiarato che l’Italia andrà alle Olimpiadi non con il mero scopo di partecipare e di fare una gara pulita ma con l’intenzione di provarci e osare fino in fondo per raggiungere un obiettivo che al momento sembra fantascientifico: la medaglia nella prova a squadre. Bisognerà essere perfette, avremo poche possibilità ma si tenterà l’impossibile fino alla fine.

 

Le cinque ginnaste saranno in collegiale per due settimane, fino a giovedì 30 luglio quando partiranno per Rio de Janeiro insieme a Ludovico Edalli, unico rappresentante ai Giochi per il settore maschile. Poi allenamenti in loco, prova podio e domenica 7 agosto il turno di qualificazione.

Vanessa Ferrari, alla terza Olimpiade in carriera (eguagliato il record di Miranda Cicognani e Monica Bergamelli), vuole a tutti i costi la medaglia che la consacrerebbe nell’olimpo dello sport italiano. La Leonessa è tornata più cattiva che mai dopo un lungo stop per curare i fastidi al tendine d’Achille, ha incantato agli Assoluti ritornando sulle note del Nessun Dorma che le permise di laurearsi Campionessa del Mondo all-around nel 2006 e insegue il suo grande sogno, rubatole a Londra 2012 per la stupida regola dei parimeriti.

Carlotta Ferlito ed Erika Fasana saranno nuovamente fianco a fianco dopo l’esperienza di Londra 2012: da piccole esordienti e promesse a pilastri irrinunciabili di questa Italia. La siciliana si giocherà molto sulla trave dove un esercizio ben confezionato potrebbe spalancarle le porte della Finale di Specialità, mentre la bresciana insegue lo stesso obiettivo ma al corpo libero.

Per le ambizioni dell’Italia saranno determinanti le prove di Martina Rizzelli (decisivi il doppio avvitamento al volteggio e l’esercizio da 6.2 alle parallele) e di Elisa Meneghini, dalla cui difficile trave passano parecchi dei sogni azzurri.

 

Ricordiamo che anche Lara Mori parteciperà a questo collegiale. Enrico Casella l’ha tagliato all’ultimo e ora la toscana è riserva: in caso di infortuni altrui rientrerà in corsa per i Giochi. Se tutto dovesse filare liscio non sarà sull’aereo che viaggerà verso il Brasile.

 

(foto Giorgia Urbani)

Lascia un commento

Top