Ginnastica, Campionati Rumeni – Iordache e Ponor in campo contro i pareri dei medici! Trionfa Larisa, Olimpiadi più vicine

Larisa+Andreea+Iordache+Artistic+Gymnastics+AQIm6MQ5MNml.jpg

Nonostante i pareri contrari dei medici, nonostante gli infortuni e i virus. Contro tutto e tutti, ma due eroine non hanno voluto alzare bandiera bianca come invece la Federazione aveva comunicato l’altro ieri.

Larisa Iordache e Catalina Ponor sono scese regolarmente in campo a Cluj Napoca per disputare il concorso generale dei Campionati Nazionali Rumeni, gara fondamentale per assegnare l‘unico pass che garantisce la partecipazione alle Olimpiadi 2016.

La prima tappa dello spareggione tra il bronzo iridato in carica nell’all-around e la pluri Campionessa Olimpica è stato comunque interessante, senza esclusione di colpi. Primeggia Larisa Iordache che con la vittoria odierna muove un primo passo verso Rio, in attesa comunque di vedere cosa succederà nei prossimi due weekend quando la derelitta Romania, fuori dalle Olimpiadi con la squadra dopo mezzo secolo di successi a cinque cerchi, affronterà due test match prima contro la Francia e poi contro Germania e Svizzera.

Lo scricciolo di Bucarest sale sul gradino più alto del podio totalizzando 56.933 punti: avvitamento e mezzo al volteggio (14.133), buon esercizio alle parallele con uno Jaeger e uno Tkatchev + Pak (13.200), esercizio da urlo alla sua trave con uscita in due mezzo (15.100, 6.1), prova di buon livello al corpo libero (14.500).

Catalina Ponor non è salita sugli staggi (non tocca questo attrezzo in gara da ormai dieci anni), bel doppio avvitamento al volteggio (15.00) ma purtroppo è caduta dal doppio giro alla trave (14.366, 6.2), ottimo corpo libero (14.533)

Per la cronaca la medaglia d’argento nel concorso generale è andata al collo di Ioana Crisan (56.699), bronzo per la semi sconosciuta Carmen Glavan (55.866). Diana Bulimar non era in pedana ma solo sugli spalti insieme a vecchie glorie come Sandra Izbasa, Daniela Silivas e Andreea Raducan. Domani sono in programma le Finali di Specialità.

 

Lascia un commento

Top