F1, Kimi Raikkonen: rinnovo o addio? Le possibili alternative per la Ferrari

Raikkonen-generica-FOTOCATTAGNI.jpg

Non si fermano le voci sui possibili sostituti di Kimi Raikkonen in Ferrari a partire dal 2017. Iceman è in scadenza di contratto e il suo eventuale rinnovo è ancora in alto mare. Nemmeno una settimana fa, anche Sergio Marchionne aveva lasciato intendere che il prolungamento del sodalizio Raikkonen-Ferrari era tutt’altro che in dirittura d’arrivo (clicca qui per approfondire l’argomento), anzi, le sue parole avevano di fatto allontanato il finlandese da Maranello: “Dipende da lui. Su Kimi non ci illudiamo, la sua continuità alla Ferrari dipende da come guida. Deve veramente far vedere che si merita una Ferrari. Altrimenti credo che sia anche scelta sua di non continuare”.

Dopo il GP d’Austria, funesto per Vettel e, molto probabilmente, per qualsiasi velleità iridata del Cavallino, qualcosa potrebbe però essere cambiata in merito. Dopo nove gare, infatti, Raikkonen e Vettel hanno lo stesso numero di punti in classifica, 96, ed al netto dei ritiri (due per il finnico, tre per il tedesco, sul 4 a 5, invece, la partita dei podi) le prestazioni “medie” di Kimi non sono state poi così tanto peggiori di quelle del ben più quotato tedesco…

Ma al di là delle performance in pista di Raikkonen, che possono dare spazio a soggettive interpretazioni da bicchiere mezzo pieno/mezzo vuoto, da un po’ di tempo Marchionne & C. stanno parlando di “svecchiamento” necessario per il Cavallino non più rampante. Quindi è indubbio che i vertici di Maranello si stiano guardando attorno anche per ciò che concerne la seconda guida futura, cercando la soluzione migliore da adottare: tenere il finlandese “anziano” o cercare un sostituto? Magari giovane, ambizioso e con personalità da vendere.

Sono stati tanti – e tanti ancora se ne fanno – i nomi affiancati a Sebastian Vettel per le stagioni Ferrari a venire. Cerchiamo di mettere in ordine questa teorica lista di papabili “Rossi 2017”, seguendo due criteri: quello cronologico e quello della realizzabilità…

CLICCA PAGINA 2 PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Lascia un commento

Top