F1, GP Gran Bretagna 2016 – qualfiche: Hamilton inarrivabile, Rosberg 2° e Ferrari in difficoltà

Hamilton-5-Foto-Cattagni.jpg

Nella qualifica n.10 del Mondiale 2016 è andata a Lewis Hamilton col tempo di 1’29″287, autentico dominatore del weekend di Silverstone. Il tre volte campione del mondo ha preceduto, come da copione, il compagno di squadra Nico Rosberg in 1’29″606 e la Red Bull di Max Verstappen in 1’30″313. Ferrari, attardate e classificate alle spalle delle vetture più veloci: Kimi Raikkonen quinto in 1’30″881 e Sebastian Vettel undicesimo (1’31″490) gravato dalla penalizzazione di 5 posizioni in griglia di partenza.

Sesta piazzola 1 della stagione (55esima in carriera), dunque per Hamilton davvero in palla sulla pista di casa e desideroso di mettere nuovamente in difficoltà il proprio teammate, in testa al mondiale. Una battaglia in pista e psicologica che si è tradotta con la strepitosa prestazione di questo pomeriggio britannico, resa ancor più impressionante per la cancellazione del crono, nel primo tentativo dell’ultimo stint di qualifiche, del padrone di casa. Da par suo, Rosberg deve incassare, pensando già alla gara di domani e puntando ad una grande partenza per superare il compagno/rivale. Ora di prove che ha comunque confermato la straordinaria velocità della W07 Hybrid. Alle spalle del frecce d’argento, ottimi riscontri della Red Bull che, grazie al suo grandioso telaio, ha ottenuto con Verstappen la terza piazza. Un giro spettacolare quello compiuto da Max, motivato a spingere al massimo per mettersi dietro Daniel Ricciardo non certo soddisfatto di essere alle spalle del 18enne olandese.

Veniamo dunque alla Rossa, col quinto tempo di Raikkonen (autore di due errori in Q2 e con unico set di gomme in Q3) ed 11esimo di Vettel che la dice tutta sui problemi della SF16-H sul tracciato. La macchina, ancora una volta, ha mostrato le solite difficoltà di scarso carico aerodinamico sulla parte anteriore non consentendo ai due piloti di aggredire l’asfalto. Oltre a criticità prestazionali si aggiunge l’ormai “canonico” problema al cambio per Seb, costretto alla sostituzione ed a subire la retrocessione di 5 posti in partenza. Possiamo parlare di una vera “Caporetto” per il Cavallino Rampante.

Da sottolineare le grandi prestazioni di Carlos Sainz (nono) e Fernando Alonso (decimo) che, pur non disponendo di macchine super veloci, centrano la top 10 a differenza dei loro teammate (Daniil Kvyat 15esimo e Jenson Button 17esimo). Grossa delusione invece per Felipe Massa, clamorosamente fuori dal Q3 nonostante una Williams competitiva che ha visto Valtteri Bottas ottenere, invece, il settimo posto in 1’31″557.

A chiosa, il brutto incidente che ha avuto per protagonista, nel corso delle PL3, Marcus Ericsson ha costretto lo svedese a non prendere all’ora di prove per i danni riportati dalla monoposto. 

GRIGLIA DI PARTENZA

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top