F1, GP Gran Bretagna 2016 – gara: dominio di Hamilton, Rosberg 2° (sotto investigazione) e Ferrari disastrosa

Hamilton-Fotocattagni-2.jpg

Il decimo appuntamento del Mondiale di F1 2016, sul tracciato colmo di storia di Silverstone (Gran Bretagna), ha visto la vittoria di Lewis Hamilton (quarto successo stagionale e 47esima in carriera) davanti a Nico Rosberg (sotto investigazione per una comunicazione via radio non consentito) ed un eccezionale Max Verstappen. Kimi Raikkonen non va oltre il quinto posto e brutto GP di Sebastian Vettel nono. 

LA CRONACA – Partenza in condizioni da bagnato, dopo l’autentico uragano abbattutosi sulla pista, che ha portato alla decisione di Charlie Whiting (Direttore di gara) di iniziare dietro la Safety Car. Asfalto che giro dopo giro tende ad asciugarsi con la corsa che inizia, effettivamente, nel sesto giro. Si assiste al valzer dei pit-stop e le Ferrari di Raikkonen e Vettel sono le prime ad entrare per montare le intermedie. Nel frattempo Hamilton sembra un missile sull’acqua distanziando sensibilmente la coppia Rosberg-Verstappen e la Virtual Safety Car, per l’uscita di scena di Pascal Wehrlein, favorisce ulteriormente chi non è entrato, consentendo ai top 3 di cambiare le gomme (bagnato-intermedie) e rientrare in pista comodamente. Nei cambiamenti repentini del meteo, non muta il dominio di Lewis a scappar via mentre Nico ha un Max sempre più aggressivo. La Rossa, invece, in queste condizioni fa una gran fatica con Kimi sesto e Seb undicesimo. Il sedicesimo giro è quello delle grandi emozioni: Verstappen entra in modalità d’attacco e si beve Rosberg con sorpasso all’esterno mostrando il suo talento. In tutto questo le due Ferrari rientrano per cambiare gli pneumatici e tentare la carta delle slick per anticipare tutti. La mossa è giusta ma il distacco ampio e la classifica non muta perchè tutti i team copiano poco dopo la strategia del Cavallino Rampante: Raikkonen sesto e Vettel, autore anche di un testacoda, in dodicesima piazza.

Condizioni davvero molto difficili e tanti errori: Carlos Sainz, Kimi, Fernando Alonso e la Mercedes di Hamilton fuori alla curva 1 ma in grado di riprendere la corsa. Nonostante l’errore Lewis ha sempre margine mentre Nico si fa vedere negli specchietti di Max. Un duello appassionante tra i due ed il rider della Red Bull è determinato a mantenere la sua seconda piazza. Tuttavia, il 39esimo giro è il momento buono per la Mercedes del tedesco per passare l’olandese e prendersi il secondo posto. Piove sul bagnato, invece, in casa Ferrari con Vettel che subisce una penalità di 5 secondi, dopo aver sorpassato Felipe Massa, sommati al tempo di Sebastian. Le ultime tornate sono animate da Raikkonen che si rende protagonista del sorpasso su Sergio Perez, salendo in quinta posizione.

Colpo di scena: problema al cambio per Rosberg, suggerimento del Team via radio non consentito (sotto investigazione) e Verstappen che si avvicina. Si conclude così la gara col trionfo di Lewis ed il resto del podio in via di definizione per quanto detto.

ORDINE DI ARRIVO TOP 10

POS. DRIVER TEAM TIME
1 LEWIS HAMILTON MERCEDES 1:34:55.831
2 NICO ROSBERG MERCEDES +6.911s
3 MAX VERSTAPPEN RED BULL RACING +8.250s
4 DANIEL RICCIARDO RED BULL RACING +26.211s
5 KIMI RÄIKKÖNEN FERRARI +69.743s
6 SERGIO PEREZ FORCE INDIA +76.941s
7 NICO HULKENBERG FORCE INDIA +77.712s
8 CARLOS SAINZ TORO ROSSO +85.858s
9 SEBASTIAN VETTEL FERRARI +91.654s
10 DANIIL KVYAT TORO ROSSO +92.600s

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top