Equitazione: trionfo di Piergiorgio Bucci nella tappa del Global Champions Tour

Equitazione-Piergiorgio-Bucci.jpg

Dopo la doppietta di Emanuele Gaudiano e Piergiorgio Bucci a Montecarlo, l’Italia ha ottenuto un nuovo trionfo nel Global Champions Tour 2016. Proprio Bucci ha infatti vinto il Grand Prix del CSI cinque stelle di Estoril-Cascais, in Portogallo, realizzando ben tre percorsi netti in sella a Casallo Z. Il binomio azzurro ha fatto segnare un tempo finale di 49″07, precedendo di un secondo l’amazzone australiana Edwina Tops-Alexander su Lintea Tequila (50″08), mentre a completare il podio è stato l’irlandese Bertram Allen su Hector van d”Abdijhoeve (50″14). I tre componenti del podio sono gli unici ad aver completato tutti i tre percorsi in programma senza commettere errori.

Grazie al podio di odierno, Tops-Alexander passa al comando della classifica generale con 234 punti, scavalcando di due lunghezze il tedesco Christian Ahlmann, oggi solo quattordicesimo in sella a Caribis Z. Assente in Portogallo, lo svedese Rolf-Göran Bengtsson resta fermo a quota 200 punti, terzo in classifica.

GLOBAL CHAMPIONS TOUR 2016
Edwina TOPS-ALEXANDER AUS 234
2 Christian AHLMANN GER 232
3 Rolf-Göran BENGTSSON SWE 200
4 Bertram ALLEN IRL 189
5 Daniel BLUMAN COL 166
6 Kevin STAUT FRA 162
7 John WHITAKER GBR 146
8 Ludger BEERBAUM GER 145
9 Olivier PHILIPPAERTS BEL 141
10 Emanuele GAUDIANO ITA 136

Si è concluso intanto il CSIO cinque stelle di Falsterbo, in Svezia, la cui prova finale è stata vinta dal trentacinquenne ceco Aleš Opatrný su Acovaro (4 / 52″62) davanti all’irlandese Shane Sweetnam sy Cyklon (4 / 55″18). I due sono stati gli unici ad accedere al barrage, mentre al terzo posto si è classificato lo svizzero Romain Duguet su  Sherazade du Gevaudan (4 / 158″44 al primo round). Decimo posto per Luca Maria Moneta con Neptune Brecourt (8 / 174″77). L’altra gara di giornata ha premiato l’irlandese Shane Breen su Market Irminka (51″65) davanti al belga François Mathy su  Polinska des Isles (53″82) ed all’altro cavaliere del Trifoglio, Darragh Kenny su Catuso (54″36).

Parlando di equitazione paralimpica, invece, l’Italia del paradressage sta ottenendo grandi risultati al CPEDI tre stelle di Überherrn, in Germania. Nella prima giornata Silvia Veratti ha ottenuto la vittoria su Zadok (69.020%) nel team test, ma è stata la gara a squadre di sabato che ha incoronato l’Italia: gli azzurri hanno chiuso al primo posto con un totale di 413.71 punti, ed hanno preceduto la Francia, seconda con 409.45 punti, e la squadra di casa, al terzo posto con 406.65 punti.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top