Equitazione: Gaudiano subito in evidenza ad Aachen, alla Germania la Nations Cup

Equitazione-Emanuele-Gaudiano-FB.jpg

Si sono svolte le gare delle prime giornate del concorso di Aachen, città tedesca nota in italiano anche come Aquisgrana, una delle patrie internazionali degli sport equestri. Nel salto ostacoli, l’azzurro Emanuele Gaudiano è stato protagonista sin dalla giornata di martedì, ottenendo una vittoria ed un secondo posto. Nella gara dedicata ai cavalli giovani, Gaudiano ha infatti conquistato la piazza d’onore con Chalou (64″95), preceduto solamente dallo spagnolo Sergio Álvarez Moya su Unicstar de l’Aumone (62″89), con l’irlandese Bertram Allen che ha completato il podio in sella a GK Casper (65″26). L’azzurro ha poi vinto l’altra gara della prima giornata con Kentucky v. Neerhof Z (63″23), battendo il padrone di casa Maurice Tebbel su Camilla PJ (66″95) e l’olandese Willem Greve su Carrera (68″95).

Nella giornata di mercoledì non sono invece arrivati grandi risultati per i colori azzurri, ma la prova con barrage ha comunque riservato spettacolo, con il canadese Éric Lamaze che si è imposto su Fine Lady 5 (41″35), battendo il francese Simon Delestre su Qlassic Bois Margot (41″74), binomio che vedremo in gara anche alle Olimpiadi di Rio 2016, ed il belga Olivier Philippaerts su H&M Challenge v. Begijnakker Z (42″04).

Gaudiano è tornato protagonista nella giornata di oggi, ancora con Chalou nella prova dedicata ai cavalli giovani: il binomio azzurro si è piazzato al quarto posto (68″87), mentre a vincere è stato nuovamente lo spagnolo Sergio Álvarez Moya su Unicstar de l’Aumone (63″44), che questa volta ha battuto il francese Simon Delestre su Utah d’Aiguilly (67″55) ed ancora l’irlandese Bertram Allen su GK Casper (68″49). L’altra gara di giornata ha invece premiato l’amazzone statunitense Laura Kraut su Confu (63″22) davanti agli irlandesi Jonathan Gordon su Fellini 131 (64″37) e Cian O’Connor su Callisto (65″07).

La Nations Cup di salto ostacoli, alla quale non ha preso parte l’Italia, ha premiato i padroni di casa della Germania (Christian Ahlmann su Epleaser Van’t Heike BWP, Marcus Ehning su Pret A Tout, Meredith Michaels-Beerbaum su Fibonacci 17 BWP e Ludger Beerbaum su Casello-Holst), che con zero penalità hanno preceduto la Francia e gli Stati Uniti, che invece hanno occupato la seconda posizione a pari merito con quattro penalità. Seguono, nell’ordine, Gran Bretagna, Svizzera, Belgio, Canada e Paesi Bassi.

Passando al dressage, si è svolta la prima parte della gara valida per la Nations Cup, con i padroni di casa della Germania che hanno dominato, conquistando le prime tre posizioni della classifica individuale: miglior punteggio per Isabell Werth su Weihegold OLD (83.271%) davanti a Kristina Bröring-Sprehe su Desperados FRH (82.314%) e Dorothee Schneider su Showtime FRH (80.700%). I tedeschi vantano dunque 246.285 punti davanti ai 218.414 degli Stati Uniti ed ai 214.242 della Danimarca.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Emanuele Gaudiano (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top