Canottaggio, Olimpiadi Rio 2016: giallo Castaldo, l’azzurro riserva per un problema fisico

Matteo-Castaldo-Canottaggio-Profilo-FB-Castaldo.jpg

Vedere Matteo Castaldo riserva nelle convocazioni olimpiche stilate dal direttore tecnico Giuseppe La Mura ha lasciato non poche perplessità. La scelta di schierare come riserva uno dei moschettieri del quattro senza campione del mondo ad Aiguebelette dovrebbe essere tuttavia soltanto precauzionale, dovuta a un infortunio che inizialmente sembrava più grave del previsto. Gli ultimi esami effettuati hanno per fortuna rasserenato gli animi con il canottiere campano che quindi avrà la possibilità in queste settimane di riprendersi il suo posto insieme a Giuseppe Vicino, Matteo Lodo e Marco Di Costanzo. 

Il rientro a pieni ranghi di Castaldo porterà con tutta probabilità Domenico Montrone dal quattro al due senza. Il capovoga dell’otto che ha fallito la qualificazione a Rio farà coppia con Giovanni Abagnale, riproponendo il binomio già visto in Coppa del mondo a Poznan. In questo completamento di caselle Vincenzo Maria Capelli  è invece il candidato principale al ruolo di riserva.

L’altra novità riguarda Pietro Ruta. Il poliziotto lombardo, superato nelle gerarchie del doppio pesi leggeri da Marcello Miani, è il nuovo capovoga del quattro senza pesi leggeri. I test effettuati in queste settimane hanno portato la direzione tecnica a puntare sul quartetto composto da Ruta, Livio La Padula, Martino Goretti e Stefano Oppo. Decisione che porta così all’esclusione di Giorgio Tuccinardi, capovoga delle ultime uscite poco esaltanti della barca tricolore.

La lista completa 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

Lascia un commento

Top