Boxe, Preolimpico Vargas 2016: alla scoperta di D’Andrea, Tommasone e Ballisai

Boxe-Massimiliano-Ballisai.jpg

Saranno tre i pugili italiani che combatteranno a Vargas per l’ultimo torneo di qualificazione olimpica (TQO) in vista di Rio 2016, che avrà luogo nella città venezuelana dal 3 all’8 luglio. Come noto dal 1° giugno, l’AIBA ha permesso la partecipazione a questo torneo anche ai pugili professionisti, oltre a quelli delle World Series of Boxing e dell’AIBA Pro Boxing, ai quali questo TQO doveva essere inizialmente riservato. Le scelte della Federazione Pugilistica Italiana (FPI) sono quindi ricadute su Riccardo D’Andrea (56 kg), che ha disputato le WSB con i colori dei Rafako Hussars Poland, Carmine Tommasone (60 kg) e Massimiliano Ballisai (64 kg). L’Italia rinuncia dunque ai pass nelle categoria 52 kg e 75 kg, nelle quali nessun azzurro è qualificato.

Andiamo dunque a conoscere meglio i tre italiani che proveranno a raccogliere gli ultimi pass olimpici a disposizione.

RICCARDO D’ANDREA (56 KG)
Ventottenne calabrese, Riccardo D’Andrea ha partecipato quest’anno alle World Series of Boxing con la formazione dei Rafako Hussars Poland, disputando due incontri ed acquisendo dunque il diritto a partecipare al torneo di Vargas. Dal 2013, ha disputato sei incontri nelle WSB con un bilancio di una vittoria e cinque sconfitte, mentre al preolimpico di Baku è stato eliminato al primo turno.

CARMINE TOMMASONE (60 KG)
Trentaduenne di Avellino, Tommasone vanta un bilancio di quindici vittorie in altrettanti incontri disputati da professionista, di cui quattro prima del limite. Nel 2014 ha conquistato il titolo italiano dei pesi piuma, mentre successivamente ha vinto la cintura Intercontinentale WBA e quella dell’Unione Europea, sempre nella stessa categoria, che detiene tutt’ora.

MASSIMILIANO BALLISAI (64 KG)
Trentunenne torinese, Ballisai ha disputato ventitré incontri da professionista, ottenendo venti vittorie, di cui dodici per KO, e tre sconfitte. Campione IBO giovanile nel 2009, ha detenuto anche la cintura di Campione del Mediterraneo dei pesi leggeri, e si è poi laureato campione italiano della categoria nel dicembre 2014. A marzo è salito sul ring contro il finlandese Edis Tatli per il titolo europeo, venendo però sconfitto ai punti.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top