Beach volley, World Tour 2016, Gstaad. Ranghieri/Carambula ai quarti! Lupo/Nicolai stop. Donne, finale stellare

ranghieri-carambula-9.7.2016-1.jpg

Come volevasi dimostrare, l’ostacolo Dalhausser/Lucena si è rivelato troppo duro per Nicolai/Lupo che, pur lottando, si sono fermati agli ottavi di finale dopo un torneo fatto fin lì di sole vittorie mentre Ranghieri/Carambula si rivedono piacevolmente sui loro livelli più alti e non lasciano scampo ai canadesi Schalk/Saxton, restando così l’unico baluardo azzurro in gara nelle Major Series di Gstaad.

Giornata fin qui da incorniciare per Alex Ranghieri e Adrian Carambula che ritrovano ritmo, meccanismi e condizione dopo qualche sussulto nelle ultime settimane e, dopo Plavins/Regza, demoliscono anche la resistenza di Schalk/Saxton, una delle coppie più in forma del circuito.

Un monologo il primo set vinto dagli azzurri 21-13 senza lasciare scampo ai canadesi che hanno provato a reagire nel secondo parziale sempre comunque condotto dalla coppia italiana che al massimo ha avuto 3 punti di vantaggio ed ha trovato il break decisivo sul 18-18 portandosi sul 20-18, prima di imporsi con il punteggio di 21-19. Ora il cammino degli azzurri prevede la sfida delle 18 che vale la semifinale contro gli spagnoli Herrera/Gavira: coppia esperta e solida che quest’anno vantano due podi nel World Tour, entrambi in Cina, la vittoria di Fuzhou e il terzo posto di Xiamen. Si tratta della prima sfida in assoluto per le due coppie.

Partita molto più equilibrata quella tra Lupo/Nicolai e Dalhausser/Lucena. I valori sono livellati verso l’alto e la sfida è stata di elevato tasso tecnico ma ancora gli statunitensi hanno dimostrato di avere qualcosa in più rispetto agli azzurri nei momenti decisivi di un match che Dalhausser/Lucena hanno vinto 2-0 (21-18, 21-19).

Così gli altri ottavi: Virgen/Ontiveros (Mex)-Nummerdor/Varenhorst (Ned) 1-2 (24-26, 24-22, 15-17), Pedro Solberg/Evandro (Bra)-Beeler/Strasser (Sui) 2-0 (21-12, 21-15), Herrera/Gavira (Esp)-Guto/Saymon (Bra)2-1 (21-15, 18-21, 17-15), Brouwer/Meeuwsen (Ned)-Samoilovs/Smedins (Lat) 0-2 (18-21, 19-21), Gibb/Patterson (Usa)-Crabb/Crabb (Usa) 2-1 (28-30, 21-16, 15-13), Alison/Bruno Schmidt (Bra)-Álvaro Filho/Vitor Felipe (Bra) 1-2 (25-27, 21-16, 15-17).

Così i quarti alle 18: Pedro Solberg/Evandro (Bra)-Nummerdor/Varenhorst (Ned), Ranghieri/Carambula (Ita)-Herrera/Gavira (Esp), Gibb/Patterson (Usa)-Samoilovs/Smedins (Lat), Álvaro Filho/Vitor Felipe (Bra)-Lucena/Dalhausser (Usa).

La finale femminile di Gstaad è quella che tutti indicano come atto conclusivo annunciato del torneo olimpico. Di fronte le statunitensi May/Walsh e le brasiliane Larissa/Talita che hanno vinto le due semifinali di questa mattina. Questi i risultati: Ludwig/Walkenhorst (Ger)-Walsh/Ross (Usa) 1-2 (21-18, 21-23, 11-15), Larissa/Talita (Bra)-Meppelink/Van Iersel (Ned) 2-0 (21-18, 21-19).

Appena iniziata la finale per il terzo posto: Meppelink/Van Iersel-Ludwig/Walkenhorst. Alle 16.05 la finalissima.

Lascia un commento

Top