Basket, Preolimpico Torino 2016: Tunisia-Italia 41-68, le pagelle degli azzurri. Bene Bargnani e Aradori, sottotono Datome

basket-andrea-bargnani-italia-credit-ciamillo-archivio-fip.jpg

L’Italia vince agevolmente con la Tunisia 68-41 nella prima partita del Preolimpico di Torino. Buona prestazione di Bargnani e Aradori, Queste le pagelle degli azzurri

POETA 5,5: con lui in cabina di regia il ritmo del gioco azzurro cala. Commette qualche errore di troppo, dovuto forse alla troppa foga. Deve essere più incisivo.

BELINELLI 6,5: la maschera lo condiziona sicuramente, ma mette alcuni canestri importanti, soprattutto la tripla in chiusura di secondo quarto che interrompe un break di 8-0 della Tunisia. Alla fine saranno undici i punti a referto.

ARADORI 7: viene cavalcato nel terzo quarto e lui risponde pronto dalla linea dei tre punti. Secondo miglior marcatore della serata con tredici punti. Il solito ottimo contributo dalla panchina.

GENTILE 6,5: mette il turbo dopo l’intervallo, spaccando con le sue entrate la difesa tunisina e aprendo il break di 17-0 che chiude il match.

BARGNANI 7: inizia piano e male, bloccato da un po’ di tensione e dalla poche partite giocate, poi si accende e diventa immarcabile soprattutto con il suo solito tiro dalla media distanza. Miglior marcatore degli azzurri con quindici punti.

GALLINARI 5,5: segna il primo canestro della partita e quello che apre il terzo quarto, ma tira male e fatica a trovare ritmo in attacco. Alla fine saranno solo sei i punti a referto.

MELLI 5,5: fa le solite piccole cose invisibili che servono alla squadra, ma tira male (1/5 dal campo) e segna solo due punti.

CUSIN 6: la solita prova di grande lotta sotto i tabelloni e chiude con 4 punti, 3 rimbalzi e 3 assist.

DATOME 5: serata no per il capitano azzurro, che chiude addirittura con zero punti e 0/4 dal campo. Domani contro la Croazia servirà un altro apporto offensivo.

CERVI 6: entra e segna due punti a suo modo. Gioca solo nell’ultimo quarto a partita finita, ma con la sua fisicità potrebbe essere utile nelle prossime partite.

HACKETT 6: con lui in campo la squadra va certamente ad un altro ritmo, ma deve migliorare in fase di realizzazione (solo due punti dalla lunetta).

TONUT 6: rompe il ghiaccio con la maglia azzurra e dimostra di avere personalità. Segna anche due punti nel suo esordio.

ALL.MESSINA 6,5: l’Italia non brilla nei primi due quarti e poi nel terzo quarto si sveglia e chiude la gara. In attacco si vede qualcosa di diverso rispetto agli anni scorsi, soprattutto un Bargnani molto più sotto i tabelloni. Percentuali basse, ma sono importanti i soli 41 punti concessi. Domani con la Croazia, però, sarà l’esame vero.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca Qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

Credit: Ciamillo/Archivio FIP

Lascia un commento

Top