Basket, Preolimpico Torino 2016: domani le semifinali. L’Italia attende il Messico. Super sfida Grecia-Croazia!

basket-andrea-bargnani-italia-tunisia-credit-ciamillo-archivio-fip.jpg

Giornata di riposo quella di oggi al Preolimpico di Torino, ma l’attenzione è già puntata a domani, quando si svolgeranno le due semifinali: Grecia-Croazia ed Italia-Messico. Le due vincenti si sfideranno poi nella finale di sabato sera che assegna un pass per le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Sarà una semifinale tutta europea quella che andrà in scena alle ore 16.30 e che sulla carta è quella che promette il maggior equilibrio e anche spettacolo. Ellenici leggermente favoriti, ma che a differenza dei croati non hanno ancora incontrato avversari di una certa rilevanza. Antetokounmpo contro Bogdanovic, questa è la sfida tra le due principali stelle: il giocatore dei Bucks è stato certamente il migliore della Grecia contro Iran e Messico, mentre l’ala dei Nets ha chiuso la prima fase con 51 punti totali (26 con l’Italia e 25 con la Tunisia).

Ci sarà grande battaglia anche sotto i tabelloni con Bourousis da una parte e Saric dall’altra, ma la sensazione è quella che la Grecia abbia qualche freccia in più da utilizzare rispetto alla squadra di Petrovic. I precedenti sono a favore degli ellenici (6-4), ma le due nazionali hanno già dato un antipasto del match di domani proprio all’ultimo Eurobasket, quando la Grecia si impose di misura 72-70 contro Bogdanovic e compagni.

Alla sera, poi, toccherà all’Italia che affronta il Messico in quella che dovrebbe essere una comoda semifinale per gli azzurri. Dopo le vittorie con Tunisia e Croazia, Gallinari e compagni si sono assicurati il primo posto nel girone e sicuramente un accoppiamento molto più semplice, anche se i messicani non vanno sottovalutati.

Bisognerà avere il giusto atteggiamento fin da inizio partita in modo da non crearsi eventuali pressioni con il passare del tempo. Contro la Grecia ieri il Messico ha retto per venti minuti (era avanti all’intervallo) e poi è crollato nel terzo quarto. L’Italia deve provare a chiudere i conti magari già nei primi due quarti, in modo da far rifiatare quelli che hanno speso di più fino ad ora, perchè certamente il giorno dopo la squadra di Messina si gioca tutto e serviranno anche le più piccole energie nervose per volare a Rio.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca Qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

Credit: Ciamillo/Archivio FIP

Lascia un commento

Top