Basket, Europei Under 20: troppa Turchia per gli azzurrini. Italia sconfitta 83-72 ai quarti di finale

Nazionale-basket-U20-pagina-FB-FIP.jpg

Allo Stadio del Ghiaccio di Helsinki la Turchia gela le speranze della giovane Italbasket di raggiungere nuovamente le semifinali del Campionato Europeo Under 20 dopo tre anni (a Tallin fu oro). La squadra bronzo di categoria nel 2015 vince nettamente e meritatamente contro gli azzurrini di coach Sacripanti e stacca il pass per le semifinali, dove affronterà la vincente di Lituania-Repubblica Ceca. Continua così il percorso netto della compagine trascinata dall’ala-centro del Galatasaray, Ege Arar, oggi pomeriggio dominante in ogni fondamentale. Gli azzurrini possono invece andare in vacanza, dopo un torneo finlandese in chiaroscuro, nobilitato dall’esaltante vittoria agli ottavi contro la Serbia campione in carica.

La cronaca del match. Sacripanti decide di partire con questo quintetto: Flaccadori, Guariglia, Mussini, Donzelli, Totè. Azzurrini un po’ troppo contratti ed imprecisi in avvio, con il solo canestro di Guariglia a referto nei primi 5 minuti di partita. I turchi ne approfittano prontamente, arrivando ad un massimo vantaggio di +16 in men che non si dica. Il lungo Arar sugli scudi: 10 punti in poco meno di 8 minuti personali di gioco. Il primo quarto si chiude sul pesante 26-9 in favore dei turchi.

La seconda frazione si apre con due triple azzurre rivitalizzanti di Moretti e Candi, ma anche con un quintetto più attento, convinto a rimbalzo e più fluido nelle ripartenze veloci. Tuttavia, a conti fatti, lo strappo non si ricucirà di una virgola, perché Arar riprende ad imperversare nella nostra area, perché Gecim illumina le giocate dei suoi più dei lampioni di notte e perché la manovra italiana è troppo estemporanea, infatti sono innumerevoli i tentativi forzati – molti da lontano – frutto di una frettolosa improvvisazione. L’Italia finisce di nuovo in affanno sotto i tabelloni e va negli spogliatoi con un -17 (44-27) alquanto preoccupante, come il 30% dal campo…

La ripresa delle ostilità è traumatica per i ragazzi di Stefano “Pino” Sacripanti. I biancorossi euro-asiatici infilano in 5 minuti il micidiale parziale di 14 a 0 che di fatto archivia anzitempo la partita. Il terzo quarto si chiude sull’eloquente punteggio di 68 a 40 in favore dei turchi. Mentre i dieci minuti che accompagnano le due squadre verso l’ultima sirena raccontano di un “allenamento agonistico”, animato dalle giocate e dalla voglia di mettersi in mostra di tanti giocatori (da ambo le parti) con meno minutaggio all’attivo rispetto ai cosiddetti titolari: Rossato, Lupusor e La Torre, per gli azzurri, Baykan, Guven e Akyel, fra i turchi. Si finisce con un’orgogliosa Italbasket verde in crescendo ed il punteggio finale di 83 a 72; l’MVP di giornata Arar (24) e il solito Flaccadori (17) top scorers delle rispettive squadre.

Il tabellino

TURCHIA – ITALIA 83-72 (26-9, 44-27, 68-40)

Turchia: Bayram 7, Ugurlu 4, Ozdemiroglu 2, Arslan 8, Gecim 6, Baykan 3, Cevik 2, Arar 24, Akyel 2, Ulubay 5, Yurtseven 11, Guven 9.

Italia: Mussini 6, Candi 10, Rossato 11, Mastellari, Lupusor, La Torre, Moretti 6, Flaccadori 17, Totè 10, Donzelli 7, Severini 3, Guariglia 2.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: pagina FB Federazione Italiana Pallacanestro

Lascia un commento

Top