Atletica, Rio 2016: Abeba Aregawi può correre, ma sarà alle Olimpiadi?

Aregawi-libera.jpg

Nessuna prova di assunzione di meldonium dopo il 1° gennaio 2016: con questo verdetto, Abeba Aregawi è stata scagionata dalle accuse di violazione del regolamento antidoping. L’etiope naturalizzata svedese era infatti stata sospesa dopo una positività alla discussa sostanza, entrata quest’anno a far parte dell’elenco dei prodotti proibiti, ma la bassa concentrazione e l’assenza di prove di assunzione nel 2016 sono state determinanti, come previsto dalle nuove direttive dell’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA) in merito.

Quello che è certo, è che da domani Abeba Aregawi è libera di gareggiare in qualsiasi competizione. Ciò che invece nessuno sa, è se la vedremo alle Olimpiadi di Rio 2016: l’atleta non ha infatti partecipato a nessuna prova all’aperto nella stagione in corso, ma i suoi tempi del 2015 le permetterebbero ampiamente di rientrare nei minimi olimpici. Ora la parola spetterà alle autorità sportive svedesi, che dovranno decidere se convocare o meno Aregawi, anche se lei stessa ha detto di non aver ricevuto nessuna notizia da parte della federazione nazionale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top