Atletica, Europei 2016: Vetter conquista l’eptathlon, Stefanídi vince l’asta, Hess si impone nel triplo

Atletica-Anouk-Vetter.png

Quarta giornata di competizioni ai Campionati Europei di atletica 2016, ospitati in questo anno olimpico dalla capitale dei Paesi Bassi, Amsterdam.

Dopo due giornate di gare, la ventitreenne olandese Anouk Vetter ha conquistato il titolo europeo dell’eptathlon davanti al pubblico di casa. I suoi 6626 punti, arricchiti da diversi primati personali e stagionali, le hanno permesso di battere la francese Antoinette Nana Djimou Ida (6458 punti), che dopo due medaglie d’oro consecutive in questa competizione deve accontentarsi dell’argento. Completa il podio l’austriaca Ivona Dadic (6408 punti), mentre si è ritirata appena prima della prova finale, gli 800 metri, l’altra olandese Nadine Broersen, che avrebbe potuto aspirare al podio, trovandosi di poco alle spalle di Dadic.

La prova del salto con l’asta ha invece premiato la favorita greca Ekateríni Stefanídi. La ventiseienne, già medagliata d’argento due anni fa, si è aggiudicata il titolo grazie al suo percorso perfetto fino ai 4.70 metri, approfittando anche del ritiro della tedesca Lisa Ryzih, che dopo aver saltato la stessa quota al secondo tentativo ha preferito alzare bandiera bianca. La svedese Angelica Bengtsson completa il podio con 4.65 metri, privando la Grecia di un’altra medaglia e relegando dunque Nikoléta Kiriakopoúlou al quarto posto con 4.55 metri. A medaglie assegnate, la vincitrice ha poi provato anche il record dei campionati a 4.81 metri, realizzandolo al terzo tentativo e strappando il primato ad Elena Isinbaeva.

Non ancora ventenne, il tedesco Max Heß ha mantenuto le sue promesse, conquistando la medaglia d’oro grazie ad un secondo salto a 17.20 metri, miglior misura europea dell’anno. Medaglia d’argento all’ottimo polacco Karol Hoffmann, che realizza il proprio record personale a 17.12 metri, mentre il podio è completato dal britannico Julian Reid (16.76 m, season best). Delusione per il campione in carica, il francese Benjamin Compaoré, che chiude dodicesimo ed ultimo della finale con un modesto 16.12 metri.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top