Atletica, Europei 2016: Rooney si conferma sui 400, lontano Galvan. Copello sugli ostacoli

Atletica-Martyn-Rooney.jpg

Terza giornata di competizioni ai Campionati Europei di atletica 2016, ospitati in questo anno olimpico dalla capitale dei Paesi Bassi, Amsterdam.

Il britannico Martyn Rooney è il re europeo del giro della morte: campione europeo in carica, dopo il doppio titolo di Zurigo, quando vinse anche con la staffetta, il ventinovenne londinese si è confermato anche questa volta, nonostante venisse da una stagione non eccezionale. Con un buon finale, Rooney ha chiuso in 45″29, precedendo il ceco Pavel Maslák, autore di un grande rettilineo conclusivo dalla corsia otto (45″36). Completa il podio il padrone di casa Liemarvin Bonevacia, che realizza il suo season best in 45″41, tenendo fuori dalle medaglie il belga Kevin Borlée (45″60). Ottavo ed ultimo di questa finale l’azzurro Matteo Galvan (45″80), che non conferma le grandi impressioni della semifinale.

Sui 400 metri con ostacoli si è imposto il turco di origine cubana Yasmani Copello Escobar, che ha chiuso il giro di pista in 48″98. Detentore del miglior tempo europeo dell’anno, Copello ha rischiato di farsi scavalcare nel finale dalla grande rimonta dello spagnolo Sérgio Fernández, argento in 49″06, mentre lo svizzero Kariem Hussein, vincitore del titolo due anni fa nella sua Zurigo, si è accontentato questa volta del bronzo (49″10). Insufficiente il rush finale del finlandese Oskari Mörö, quarto con primato stagione (49″24). Delusione per il britannico Jack Green, che non ha chiuso la gara.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top