Atletica, Europei 2016: otto finali nella seconda giornata, si elegge il re della velocità

Atletica-Jimmy-Vicaut.jpg

Entrano nel vivo i Campionati Europei di atletica leggera 2016: ad Amsterdam, capitale dei Paesi Bassi, si assegneranno quest’oggi otto titoli continentali, equamente distribuiti per genere.

La gara più attesa sarà naturalmente quella dei 100 metri maschili, dove il favorito d’obbligo sarà il francese Jimmy Vicaut, che ha recentemente eguagliato per la seconda volta in carriera il record europeo del portoghese Francis Obikwelu (9″86). Tra gli sprinter, che dovranno affrontare prima le semifinali, ci saranno anche due ambiziosi azzurri, Filippo Tortu e Massimiliano Ferrario, che hanno brillato nelle batterie e che sperano di abbassare i propri primati personali.

Grandi speranze di medaglie per l’Italia saranno legate al salto in alto femminile, dove sia Alessia Trost che Desirée Rossit potranno ambire al podio. La sfida per le prime posizioni sarà come sempre serratissima, e potrebbe pesare in questo senso l’esperienza della campionessa uscente, la spagnola Ruth Beitia. La gara si presa comunque a grandi sorprese, e sulla carta quasi tutte le dodici finaliste hanno qualche carta da giocarsi per le medaglie, considerando che l’ungherese Barbara Szabó è l’unica a non aver superato il metro e novanta in stagione.

Il britannico Greg Rutherford, campione olimpico del salto in lungo, proverà a conservare il suo titolo continentale prima di parte alla difesa di quello a cinque cerchi. La prova però vede una grande densità di atleti intorno agli otto metri, con i padroni di casa che puntano molto sull’ex ghanese Ignisious Gaisah. Ultimo qualificato, l’azzurro Marcell Lamont Jacobs proverà a raggiungere la fatidica soglia per la prima volta in carriera.

Dopo l’eliminazione dell’azzurra Gloria Hooper, apparsa sottotono nelle semifinali di ieri, gli appassionati italiani potranno comunque sostenere la moglie di Simone Collio, la bulgara Ivet Lalova, una delle favorite per il titolo dei 200 metri insieme alla britannica Dina Asher-Smith. Novità di questa stagione, la tedesca Gina Lückenkemper potrà cercare di inserirsi nella lotta per la vittoria. Per le donne veloci è in programma anche la finale dei 100 metri ostacoli, preceduta dalle relative semifinali, con Giulia Pennella che sarà tra le sfidanti della bielorussa Alina Talay, accreditata del miglior crono di stagione.

La tedesca Christina Schwanitz, dopo aver schiacciato la concorrenza nelle qualificazioni, sarà la favorita assoluta nel getto del peso femminile. Restando nel settore lanci, il giavellotto maschile sembrerebbe promesso al primatista stagionale, l’altro teutonico Thomas Röhler, unico ad aver lanciato oltre i novanta metri quest’anno, ma nelle qualificazioni colui che ha destato la miglior impressione è stato il finlandese Antti Ruuskanen. Infine, sarà assegnato il titolo del decathlon, con l’ucraino Oleksiy Kasyanov che sembra in buona posizione per confermare la sua vittoria di due anni fa a Zurigo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top