Atletica, Europei 2016: in finale le staffette veloci azzurre, passa anche Folorunso

Atletica-Audrey-Alloh.jpg

Quarta giornata di competizioni ai Campionati Europei di atletica 2016, ospitati in questo anno olimpico dalla capitale dei Paesi Bassi, Amsterdam. Vediamo di seguito i risultati delle semifinali e delle qualificazioni che si sono svolte in questa sessione serale.

110 METRI OSTACOLI – Eliminati i tre azzurri presenti nelle altrettante semifinali della specialità degli ostacoli alti. Nella prima, vinta dal britannico Andy Pozzi (13″31, personal best eguagliato), Lorenzo Perini ha chiuso in settima posizione (13″79). Emanuele Abate ha ottenuto il proprio season best in 13″54, chiudendo quarto della heat vinta del giovane francese Wilhem Belocian (13″28, anche per lui primato personale eguagliato) davanti all’ungherese Balázs Baji (13″29, primato nazionale eguagliato). Record personale anche per il terzo azzurro, Hassane Fofana, quinto in 13″52 della semifinale dominata dal francese Dimitri Bascou in 13″20 (season best). La finale è prevista per questa sera.

STAFFETTA 4X100 METRI MASCHILE – Si qualifica alla finale la staffetta veloce azzurra, formata da Massimiliano Ferraro, Federico Cattaneo, Davide Manenti e Flippo Tortu, che nella prima semifinale ha chiuso al terzo posto in 38″58, mentre davanti a tutti c’era la Gran Bretagna (38″12, miglior tempo europeo dell’anno). La Polonia si è aggiudicata a sorpresa la seconda semifinale (38″64). Eliminata la Turchia, che si presentava con uno dei migliori crono stagionali.

STAFFETTA 4X100 METRI FEMMINILE – Le azzurre Irene Siragusa, Gloria Hooper, Martina Amidei ed Audrey Alloh hanno ottenuto la qualificazione alla finale, chiudendo al secondo posto nella seconda semifinale (43″33), battute solamente da una ottima Germania (42″71). Nell’altra heat, è stata la Gran Bretagna a primeggiare in 42″59 davanti alla sorprendente Svizzera (42″87, nuovo record nazionale). Nessuna esclusione illustre.

400 METRI OSTACOLI FEMMINILI – Grande prestazione dell’azzurra Ayomide Folorunso nella prima semifinale: secondo posto in 55″87 e qualificazione automatica alla finale, preceduta solamente dalla favorita svizzera Léa Sprunger (55″72). Eliminata, invece, Marzia Caravelli, quinta della seconda heat in 56″45 a causa di un finale molto difficile, che l’ha vista terminare lontana dalla danese Sara Slott Pedersen (55″59) e dalla norvegese Amalie Hammild Iuel (55″79, primato nazionale). L’ultima semifinale è stata vinta dalla polacca Joanna Linkiewicz (55″74), mentre è stata eliminata l’ucraina Anna Titimets, argento due anni fa.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top