Atletica, Europei 2016: Galvan e Grenot per il metallo pesante, le ambizioni degli azzurri in gara

Matteo-Galvan.jpg

Nuova giornata e nuove emozioni ad Amsterdam, dove si sta per disputare il day3 degli Europei di atletica leggera, con molto azzurri in gara, anche in finali importanti. Andiamo dunque a fare il punto sulle ambizioni italiane nelle sfide odierne.

Iniziamo dalle qualificazioni di lancio del martello, dove Marco Lingua e Simone Falloni cercheranno di inserirsi nel treno giusto per acciuffare una qualificazione in finale, che al momento sembrerebbe piuttosto lontana. Tre invece gli azzurri dei 110 ostacoli, ovvero Hassane Fofana, Lorenzo Perini ed Emanuele Abate, che cercheranno di entrare nelle prime tre posizioni delle rispettive batterie, al fine di ottenere l’accesso in semifinale. Dopo le ottime prove dei campionati italiani, ci si aspetta molto dalla triplista Dariya Derkach, impegnata nelle qualificazioni, così come lo è Margherita Magnani negli 1500 metri, anche lei con speranze di ottenere un buon risultato.

Passando a chi è già in semifinale, tentano l’accesso alla finalissima della serata Eseosa Desalu, Davide Manenti ed Antonio Infantino nei 200 metri, ma anche Gloria Hooper ed Irene Siragusa nei 100. Semifinale anche per gli 800isti Davide Manenti e Jacopo Lahbi, inseriti però in frazioni ricche di specialisti. Proveranno invece a stupire Stefania Strumillo nella finale del disco, Ahmed El Mazoury nei 10000, Jamel Chatbi, Yuri Floriani ed Abdoullah Bamoussa nei 3000 siepi.

Giungendo alla principale attrazione della serata, si giocano il metallo più pesante Matteo Galvan e Libania Grenot, impegnati nelle finali dei 400 metri, dove sono inseriti tra i principali favoriti del “giro della morte”.

Foto: pagina Facebook Matteo Galvan

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top