Atletica, Europei 2016: bene gli azzurri, eliminata solo Malavisi. I risultati del mattino

Atletica-Davide-Manenti-Fidal.jpg

Proseguono ad Amsterdam i Campionati Europei di atletica leggera, che hanno vissuto emozioni importanti già da questa mattina, con la presenza di molti azzurri nelle gare di qualificazione. Andiamo dunque ad analizzare i risultati della prima parte del day2.

110 OSTACOLI DECATHLON – gli svedesi Marcus Nilsson e Fredrik Samuelsson, e l’ucraino Oleksiy Kasyanov vincono le tre manche. In classifica generale Kasyanov allunga al comando con 5218 punti, davanti allo spagnolo Jorge Urena con 5133 ed il serbo Mihail Dudas con 5104.

SALTO CON L’ASTA FEMMINILE; QUALIFICAZIONI – forte delusione per l’azzurra Sonia Malavisi, che accusa un crampo e viene eliminata a quota 4.20. Nessuna atleta supera il minimo di qualificazione fissato a 4.55, con la sola Ekaterini Stefanidi a raggiungere i 4.50. Le altre qualificate sono Reyzh, Pluim, Strutz, Moser, Kiriakopoulou, Meijer, Bengtsson, Nikkanen, Sutej, Galiart, Murto, Roloff e Yakaltsevich.

200 METRI MASCHILI; QUALIFICAZIONI – buone le prestazioni degli azzurri, con Davide Manenti che chiude secondo a 20.82 la seconda batteria, e con Antonio Infantino terzo nella terza batteria con 20.99. Entrambi gli italiani accedono dunque alle semifinali, mentre il miglior tempo delle qualificazioni appartengono allo spagnolo Bruno Hortelano e all’olandese Solomon Bockarie con 20.55.

LANCIO DEL DISCO DECATHLON – vero e proprio suicidio sportivo per lo spagnolo Jorge Urena, che realizza tre nulli e si gioca di fatto una medaglia quasi certa. La misura migliore è del norvegese Martin Roe con 47.74, mentre Oleksiy Kasyanov mantiene la testa con 5933 punti, davanti al serbo Mihail Dudas e al belga Thomas van der Plaetsen.

800 METRI MASCHILI; QUALIFICAZIONI – nella seconda batteria Giordano Benedetti arriva terzo con il tempo di 1’50”74 e si qualifica direttamente alla semifinale. Raggiunge la qualificazione anche l’altro azzurro Jacopo Lahbi, che arriva quarto nella batteria più veloce e viene così ripescato con il miglior tempo. Nessun problema invece per i favoriti Adam Kszczot, Marcin Lewandowski, Pierre-Ambroise Bosse ed Amel Tuka.

100 METRI FEMMINILI; QUALIFICAZIONI – nella prima batteria Irene Siragusa chiude al sesto posto con un però ottimo tempo di 11”55, che le vale anche il secondo miglior crono di ripescaggio. Buona anche la prestazione di Gloria Hooper, capace di vincere la quarta gara in 11’40 e di agguantare direttamente la semifinale.

SALTO TRIPLO MASCHILE; QUALIFICAZIONI – gara priva di italiani, che vede due big salutare subito la pedana olandese. Il rumeno Marian Oprea non supera infatti 15.40, mentre il portoghese Nelson Evora, bronzo mondiale in carica, non riesce ad entrare nei 12 con un modesto 16.27.

LANCIO DEL GIAVELLOTTO FEMMINILE; QUALIFICAZIONI – Cinque le atlete oltre i 60 metri, con la miglior prestazione targata Barbora Spotakova a 63.73, che precede Katharina Molitor, Sara Kolak, Martina Ratej e Linda Stahl.

 

Foto: FIDAL

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top