Atletica, Europei 2016: Bascou sugli ostacoli, sorpresa Pryshchepa, doppietta nelle gare lunghe per Can

Atletica-Dimitri-Bascou-FB.jpg

Quarta giornata di competizioni ai Campionati Europei di atletica 2016, ospitati in questo anno olimpico dalla capitale dei Paesi Bassi, Amsterdam.

Il francese Dimitri Bascou conquista la medaglia d’oro dei 110 metri con ostacoli: già dominatore delle semifinali, il ventottenne martinicano ha chiuso la gara in 13″25, battendo l’ungherese Balázs Baji grazie ad un grande rush  finale dopo il decimo ostacolo. Il magiaro ha comunque ottenuto l’argento con il primato nazionale (13″28), mentre la medaglia di bronzo è andata ad un altro francese, il giovane Wilhem Belocian, che dopo una grande partenza ha chiuso con un bronzo da 13″33. Da notare che il britannico Andy Pozzi non ha preso parte alla finale, dopo una buona prova di semifinale.

Grande sorpresa nel doppio giro di pista femminile, con il titolo degli 800 metri che è andato all’ucraina Nataliya Pryshchepa, ventunenne già medagliata nelle rassegne giovanili ma sempre sui 1.500 metri. Con una grande volata, la neocampionessa europea ha chiuso in 1’59″70, battendo la grande favorita francese Rénelle Lamote (1’59″19). Bravissima la svedese Lovisa Lindh, che termina terza e realizza il proprio record personale (2’00″37). Quinta e in lacrime l’italo-cubana Yusneysi Santiusi, che non riesce a trovare spazio nella volata finale (2’00″53).

Dopo essersi già aggiudicata la gara dei 10.000 metri, la turca Yasemin Can ha conquistato la vittoria anche nella prova dei 5.000 metri. La diciannovenne nativa del Kenya e recentemente naturalizzata ha dominato la gara sin dal primo chilometro, chiudendo in 15’18″15. Secondo posto per la svedese Meraf Bahta, che dopo il titolo di due anni fa a Zurigo si è dovuta accontentare dell’argento (15’20″54). Completa il podio la britannica Steph Twell (15’20″70).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Dimitri Bascou (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top