Atletica, Europei 2016: 4×400 femminile in finale, bene Tamberi, male 4×400 maschile e Bianchetti

Tamberi-Atletica-Fabrizio-Zani-Red-Bull-3.jpg

Nuova mattinata di spettacolo ad Amsterdam, in occasione della penultima giornata degli Europei di atletica 2016. Come al solito, non è mancata la presenza azzurra, con gli atleti del Bel Paese che hanno cercato la qualificazione in finale. Andiamo dunque ad analizzare tutti i risultati della prima parte di programma odierno.

GETTO DEL PESO MASCHILE; QUALIFICAZIONI – non riesce ad entrare nei migliori 12 Sebastiano Bianchetti, che si ferma alla misura di 18.56 ed un deludente 25esimo posto. La miglior prestazione è invece del tedesco David Storl, capace di scagliare l’attrezzo ad una distanza di 20.84.

SALTO IN LUNGO HEPTATHLON – è dell’olandese Nadine Broersen la miglior prestazione con 6.40. In classifica generale Anouk Vetter mantiene il vantaggio (4851 a 4732) sulla francese Antoniette Nana Djimou.

4×400 FEMMINILE; QUALIFICAZIONI – senza Ayomide Folorunso e Libania Grenot, le quattro azzurre conquistano la finale grazie al terzo posto nella prima batteria con il tempo di 3:29.57, dietro Gran Bretagna e Polonia.

SALTO IN ALTO MASCHILE; QUALIFICAZIONI – agguanta agevolmente la finale Gianmarco Tamberi, capace di saltare 2.19, 2.23 e 2.25 al primo tentativo. Dopo l’incredibile numero di 15 atleti a 2.23, riescono a raggiungere l’ultimo atto in 12 senza ripescaggi, per una finale che si preannuncia ricca di spettacolo.

4×400 MASCHILE; QUALIFICAZIONI – manca la qualificazione la staffetta azzurra, che termina la prima batteria in sesta posizione con il tempo di 3:06.07, che vale la posizione numero – nella graduatoria generale.

Foto: Red Bull

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top