Atletica – Europei 2015: le pagelle degli altri. Beitia e Rutherford non sbagliano mai, deludono Vicaut e Roehler

ruth-beitia.jpg

Ruth Beitia


RUTH BEITIA: 10. La saltatrice in alto spagnola non sbaglia mai nelle gare importanti; terzo titolo continentale consecutivo con 1,98. Giù il cappello di fronte all’iberica, esempio da copiare per costanza e grinta.

GREG RUTHERFORD: 9. La misura di 8,25 non sarà fenomenale, ma il lunghista britannico è un altro che quando conta tira fuori anche quello che non ha. Conquista la prova al quinto salto e accumula un altro alloro importante.

MICHEL TORNEUS: 8,5. Bravo e fortunato con l’8,21 ventoso che gli consente l’argento alle spalle di Rutherford; prima medaglia importante per il talentuoso svedese.

CHRISTINA SCHWANITZ: 8,5. Abituata a vincere in Europa, la pesista di Germania si commuove fino alle lacrime, tornando all’oro dopo un lungo infortunio, con un buonissimo 20,17; questa è l’atletica.

THOMAS VAN DER PLAETSEN: 9. Chiunque conquisti l’oro nel decathlon merita assoluto rispetto; in più il belga piazza anche un grandissimo 5,40 nel salto con l’asta. Splendido, al di là degli

CINDY ROLEDER e ZIGISMUNDS SIRMAIS: 8. L’ostacolista tedesca ed il giavellottista lettone sono accomunati dal fatto di essere stati la sorpresa di giornata, superando i grandi favoriti Alina Talay e Thomas Roehler.

THOMAS ROEHLER: 4. A proposito di giavellotto, ecco la delusione di oggi. Da un lanciatore che ha superato i 90 metri, quota di eccellenza mondiale, ci si aspetta molto meglio di un 6° posto a 80,78.

CHURANDY MARTINA: 9. Fa impazzire lo stadio di Amsterdam, conquistando l’oro dei 100, con 10”07; un tempo mediocre, ma alla sua età essere l’uomo più veloce d’Europa è incredibile.

JIMMY VICAUT: 5. Non può bastargli la medaglia di bronzo nei 100, ma si trova sempre a combattere con gli infortuni e oggi era in pessime condizioni fisiche. L’Europeo rimane una maledizione per lui.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.pessoni@oasport.it

Lascia un commento

Top