Atletica, Diamond League Montecarlo 2016: Tamberi in pedana contro Barshim e Bondarenko

Atletica-Gianmarco-Tamberi-FB-1.jpg

Venerdì 15 luglio, lo Stade Louis II del Principato di Monaco ospiterà il meeting Herculis, nona tappa della Diamond League 2016.

L’appuntamento monegasco si aprirà subito con un grande confronto tra le tre maggiori interpreti del getto del peso, coloro che probabilmente si giocheranno le medaglie a Rio 2016: la tedesca Christina Schwanitz, reduce dalla conquista del titolo europeo, la statunitense Michelle Carter, protagonista dei Trials, e la neozelandese Valerie Adams, campionessa olimpica in carica che sta tornando ai massimi livelli dopo una lunga degenza.

Tra i protagonisti dei recenti Europei di Amsterdam ci saranno anche il discobolo polacco Piotr Małachowski e l’astista greca Ekateríni Stefanídi, che dopo aver realizzato il primato dei Campionati in sede continentale sarà chiamata a confermarsi contro una delle migliori interpreti degli ultimi anni, la cubana Yarisley Silva.

L’Italia farà come sempre attenzione al salto in alto, con Gianmarco Tamberi, altro atleta vincitore della medaglia d’oro di Amsterdam, che troverà sulla sua strada sia il qatarino Mutaz Essa Barshim che l’ucraino Bohdan Bondarenko, assente ai Campionati Europei. L’Italia sarà presente anche negli 800 metri femminili, con l’atleta di origine cubana Yuneysi Santiusti, che nel doppio giro di pista troverà la sudafricana Caster Semenya e l’atleta del Burundi Francine Niyonsaba.

Parlando della gare in pista, il campione mondiale dei 400 metri, il sudafricano Wayde van Niekerk partirà con i favori del pronostico nella gara del giro della morte, mentre Mo Farah sarà protagonista di un’inedita sortita sui 1.500 metri, dove affronterà gli specialisti della distanza come il keniota Asbel Kiprop. Dopo aver incantato il pubblico di casa, Dafne Schippers sfiderà sui 100 metri la statunitense Tianna Bartoletta e la giamaicana Veronica Campbell-Brown. Presente anche l’altro re dello sprint olandese, Churandy Martina, ma sulla distanza doppia che lo ha visto perdere il titolo europeo per una squalifica.

Nel giavellotto femminile, la ceca Barbora Špotáková, primatista del mondo, vorrà riprendersi lo scettro dopo essere stata sconfitta ai Campionati Europei dalla bielorussa Tatsiana Khaladovich. Difficile la conferma per la triplista portoghese Patrícia Mamona, che dopo essersi presa a sorpresa il titolo continentale dovrà vedersela contro le migliori interpreti del mondo, come la campionessa olimpica kazaka Olga Rypakova e la campionessa iridata colombiana Caterine Ibargüen.

Sui 110 metri con ostacoli il favorito sarà il giamaicano Omar McLeod, contro il quale si schiererà l’armata francese, guidata dal campione europeo Dimitri Bascou. I kenioti Paul Kipsiele Koech e Conseslus Kipruto saranno i favoriti dell’ultima gara in programma, quella dei 3.000 metri siepi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Gianmarco Tamberi (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top