Atletica, Diamond League Londra 2016: MPM di Taylor nel triplo, Bolt sui 200 m, Vicaut vince i 100 m

Bolt-dubbioso.png

La due giorni di Londra, decima tappa della Diamond League 2016, si è aperta quest’oggi. Vediamo tutti i risultati di questa incredibile serata a quattro anni dai Giochi del 2012 ed alla vigilia di quelli di Rio 2016, nella quale è caduto addirittura un record mondiale.

100 METRI MASCHILI – Il francese Jimmy Vicaut si è aggiudicato la gara in 10″02, peggiorando dunque il 9″96 che aveva fatto segnare in semifinale. Alle sue spalle troviamo lo statunitense Isiah Young (10″07) ed il fresco campione europeo Churandy Martina (10″10), l’olandese che ad Amsterdam si prese un titolo che sembrava destinato proprio a Vicaut.

SALTO TRIPLO MASCHILE – Il campione olimpico Christian Taylor sembra pronto a realizzare la doppietta a cinque cerchi: lo statunitense ha infatti realizzato la miglior prestazione mondiale dell’anno, che è anche il nuovo record del meeting, con un ultimo tentativo da 17.78 metri, che gli ha permesso di aumentare il suo vantaggio già netto sul connazionale Chris Carter (16.89 m) e sul cinese Dong Bin (16.85).

1.500 METRI FEMMINILI – Grande prestazione della padrona di casa Laura Muir, che ha realizzato il record del meeting ed il nuovo primato nazionale britannico in 3’57″49. Molto staccate tutte le altre, compresa la favoritissima olandese Sifan Hassan, seconda in 4’00″87, mentre in terza posizione troviamo la svedese Meraf Bahta (4’0″62): entrambe hanno realizzato il season best.

TIRO DEL GIAVELLOTTO MASCHILE – Il venticinquenne ceco Jakub Vadlejch si è aggiudicato la prova con un secondo tentativo da 85.72 metri. In seconda posizione, proprio grazie all’ultimo lancio, si è classificato Keshorn Walcott (83.60), che ha superato l’australiano Hamish Peacock (82.94 m).

Prova non valida per la Diamond League

200 METRI MASCHILI – Primo 200 metri della stagione per Usain Bolt, che taglia il traguardo per primo in 19″89, unico a scendere sotto la bandiera dei venti secondi. Alle sue spalle il panamense Alonso Edward (20″04) ed il britannico Adam Gemili (20″07), entrambi al season best, mentre va sottolineato il record nazionale spagnolo del campione europeo Bruno Hortelano (20″18).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top