Volley, Olimpiadi 2016 – Italia, ora hai tre moduli a disposizione? Zaytsev opposto, schiacciatore e…

Zaytsev-e-Juantorena-esultano-Pier-Colombo.jpg

L’Italia ora ha una nuova freccia al proprio arco. La nostra Nazionale di volley maschile avrà a disposizione la possibilità di schierare Ivan Zaytsev di banda, una soluzione che potrebbe avvantaggiarci. Sulla carta un modulo di riserva, almeno al momento. Poi staremo a vedere le evoluzioni.

Prima uscita ufficiale mercoledì 8 giugno, a Trieste. Lì conosceremo il primo sestetto titolare di Chicco Blengini. Il giorno dopo la replica a Cividale del Friuli, sempre in amichevole contro la Serbia. Poi si scalda il motore per la World League, evento in preparazione alle Olimpiadi di Rio 2016. Vediamo nel dettaglio i nostri tre possibili moduli.

 

MODULO 1:

Simone Giannelli in cabina di regia, Ivan Zaytsev opposto, Osmany Juantorena e Filippo Lanza di banda, da scegliere i due centrali titolari, Massimo Colaci il libero

Questo è il modulo tipo, quello ideale, quello che Blengini dovrebbe adottare fin da subito e quello più idoneo a questa Italia, nata così. Per cambiarlo bisognerà trovarsi in situazioni particolari.

 

MODULO 2:

Simone Giannelli in cabina di regia, Luca Vettori opposto, Osmany Juantorena e Ivan Zaytsev di banda, da scegliere i due centrali titolari, Massimo Colaci il libero

La nuova chance offerta dall’Italia grazie allo spostamento di Ivan Zaytsev che sta già lavorando in quest’ottica in vista della prossima stagione di club. Un’alternativa da sfruttare in caso di necessità oppure un modulo da utilizzare fin da subito per avere a disposizione tra bocche da foto potentissime.

 

MODULO 3:

Simone Giannelli in cabina di regia, Luca Vettori opposto, Osmany Juantorena e Filippo Lanza di banda, da scegliere i due centrali titolari, Massimo Colaci il libero

Il modulo di riparazione, nel caso in cui Zaytsev dovrebbe staccare una partita o nel caso in cui c’è bisogno di mettere in confusione l’avversario.

 

Lascia un commento

Top