Volley, Olimpiadi 2016 – Italia, girone di ferro ma spazio ai quarti: l’analisi del tabellone. Medaglia possibile?

ItalyteamcelebratetheirvictoryoverPoland.jpg

Ieri si sono ufficialmente delineati i due gironi del torneo di volley maschile per le Olimpiadi 2016. Dodici Nazionali si daranno battaglia a Rio de Janeiro a caccia delle ambite medaglie. La Russia difende il titolo conquistato a Londra 2012 nella rocambolesca finale vinta in rimonta sul Brasile, desideroso di rivalsa davanti al proprio pubblico del leggendario Maracanazinho. L’Italia si mise al collo la medaglia di bronzo sconfiggendo la Bulgaria, assente in questa ediziona: gli azzurri andranno a caccia del bersaglio grosso.

La Polonia Campionessa del Mondo, la Francia Campionessa d’Europa, gli USA vincitori della Coppa del Mondo (nonché oro a Pechino 2008) sono le altre tre formazioni favorite per la corona senza sottovalutare le velleità dell’Iran, ai primi Giochi della sua storia.

Analizziamo nel dettaglio il girone dell’Italia, le sue ambizioni, le possibilità di passaggio del turno e come si proporrà il tabellone ad eliminazione diretta.

 

CLICCA QUI PER CONOSCERE I DUE GIRONI DELLE OLIMPIADI 2016

 

Non è andata malissimo all’Italia. Gli azzurri sono sì inseriti in un girone con altre tre big ma il passaggio del turno non sembra essere in discussione: il Messico torna ai Giochi dopo quasi mezzo secolo dalla sua unica apparizione (in qualità di Paese Organizzatore nel 1968) e non può impensierire i nostri ragazzi; ben diverso il discorso sul Canada, squadra di buonissima fattura con tre giocatori di grande rilievo (Perrin, Hoag, Schmitt) ma che è assolutamente alla portata dell’Italia.

L’approdo ai quarti di finale sembra essere abbastanza agevole anche se alle Olimpiadi non possono esserci partite facile e non va sottovalutato nessun avversario visto che tutti daranno il massimo nel contesto sportivo più importante e desiderato.

Le partite toste sono contro tre colossi. Il Brasile padrone di casa, vicecampione del Mondo e vicecampione Olimpico, supportato dalla folla del Maracanazinho. L’Italia ultimamente soffre tantissimo il Brasile, almeno mentalmente, andando spesso in confusione contro la pulizia di gioco dei verdeoro. Bisogna superare degli scogli mentali per vincere una partita ultracomplicata anche se lo stelle Brasile avrà addosso la pressione di un intero Paese. Alle semifinali delle Olimpiadi vinsero proprio i sudamericani che poi clamorosamente persero la Finale contro la Russia.

La Francia è Campionessa d’Europa e vincitrice dell’ultima World League. Una crescita esponenziale delle ultime stagioni ha portato i galletti alla qualificazione olimpica dopo tre cicli d’assenza e ora ha serie ambizioni, quantomeno da podio. Ngapeth e compagni sono temibili, forti in attacco e aggressivi in difesa: non sarà facile superarli. L’ultimo precedente risale agli Europei 2015: Italia avanti 2-0 nel girone eliminatorio, poi clamorosamente rimontata.

Gli USA hanno vinto la Coppa del Mondo, sconfiggendo nettamente l’Italia per 3-0 nell’unica partita persa dagli uomini di Blengini. A Londra 2012 l’impresa di Savani e compagni che ai quarti di finale eliminarono a sorpresa i Campioni Olimpici uscenti, dopo aver rischiato l’eliminazione nella fase a gironi. I ragazzi di Speraw hanno tutte le carte in regola per sbalordire nuovamente ai Giochi e avranno gran voglia di rivalsa.

 

Se l’Italia dovesse concludere la Pool A al primo o al secondo posto allora davvero si aprirebbe un tabellone estremamente interessante. Nell’altro raggruppamento, infatti, Polonia e Russia sembrano indirizzate verso i primi due posti e dunque la nostra avversaria nei quarti di finale sarà verosimilmente una tra Iran, Argentina, Cuba ed Egitto.

In quel caso l’ingresso in semifinale sarebbe sulla carta più accessibile ma bisogna prestare molta attenzione. L’Iran sembra aver risollevato il proprio livello di gioco, avrà dalla sua la motivazione del debutto alle Olimpiadi, ha giocatori di primissima fascia e un muro stellare che è in grado di fermare qualsiasi squadra: in partita secca sono in grado di fare il colpaccio e l’Italia lo sa bene.

L’Argentina è allenata dal guru Julio Velasco, l’uomo della Generazione dei Fenomeni e dei nostri Mondiali. Non una squadra di prima livello tecnico (nonostante la stella De Cecco) ma molto energica, coriacea, motivata: partita non scontata anche se la nostra Nazionale partirebbe con i favori del pronostico. Difficile che l’Egitto possa passare questo girone, da decifrare invece il livello di Cuba che ritorna dopo una lunga assenza e i tanti problemi interni.

 

Un terzo o quarto posto nel girone, invece, ci spedirebbe verso un probabile quarto di fuoco contro Polonia o Russia (salvo sorprese, ovviamente). Campioni del Mondo battuti in Coppa del Mondo, nel match decisivo che valeva il pass per Rio. Campioni Olimpici sconfitti nei quarti di finale degli Europei e sempre in Coppa del Mondo. Tradizione recente positiva ma giocarsi il tutto per tutto contro due corazzate del genere non è certo benaugurante.

Abbiamo fatto queste valutazioni dando per scontato gli abbinamenti incrociati ai quarti di finale (1A vs 4B, 2A vs 3B e via dicendo), come attualmente previsto dal regolamento. Chiaro che se la FIVB dovesse cambiare le carte in tavola (ad esempio sorteggio per decidere gli accoppiamenti tra le due seconde e le due terze) allora i piani salterebbero.

 

Lascia un commento

Top