Tuffi grandi altezze, World Series: De Rose chiude quinto in Texas!

Alessandro-De-Rose-tuffi-grandi-altezze-foto-fb-redbull.jpg

L’aveva promesso e ci sta riuscendo. La costante crescita di Alessandro De Rose lo porta a scalare un altro piccolo gradino verso la gloria nei tuffi dalle grandi altezze: il cosentino, invitato in Texas con una wild card, è quinto nella tappa inaugurale delle World Series Red Bull dopo essere addirittura stato terzo a quota 214.20 punti dopo i primi due tuffi disputati venerdì.

Per l’azzurro che vive e si allena a Trieste, unico rappresentante del Bel Paese nella folle disciplina e tra i più giovani in assoluto a livello mondiale, si tratta ovviamente del miglior risultato in carriera. A febbraio fu nono in Coppa del Mondo, ora già a un passo dal podio con 482.70 e, davanti, quattro leggende come il messicano Jonathan Paredes (509.15), il britannico Blake Aldridge (495.85), il ceco Michal Navratil (495.50) e l’altro inglese Gary Hunt, insolitamente giù dal podio a quota 486 ma autore del nuovo esercizio a più alto coefficiente del mondo, un triplo salto mortale avanti con quattro avvitamenti e mezzo da 6.4 che, però, non basta per la super rimonta.

Paredes, primo vincitore stagionale, guida anche la classifica con 200 punti. Al femminile successo e vetta momentanea per la wild card australiana Rhiannan Iffland (251.50), sorpresa di serata davanti all’australiana Cesilie Carlton (241.10) e alla connazionale Helena Mertens (236.80). Solo sesta Rachelle Simpson (209.20). Prossimo appuntamento il 18 giugno a Copenaghen, in Danimarca.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook RedBull

Lascia un commento

Top