Tour de France 2016: tutti gli italiani al via e le loro ambizioni

Fabio-Aru-Ciclismo-2-Valerio-Origo.jpg

-2. Manca pochissimo al via del Tour de France e sono state pubblicate già le squadre ufficiali. Sono solo tredici gli italiani al via, lontani dai fasti del decennio scorso. Andiamo a vedere uno per uno le ambizioni degli italiani pronti a partire da Mont Saint Michel.

Domenico Pozzovivo: Giro d’Italia da dimenticare per il corridore dell’AG2R che si testa sul Tour. Ovviamente non farà classifica, potrà dare una mano a Bardet e, magari, provare a vincere una tappa.

Fabio Aru: è lui la stella della nostra spedizione al Tour. E’ il capitano dell’Astana e punta dritto al podio: alla prima Grande Boucle dovrà stare attento a tutti gli ostacoli possibili.

Vincenzo Nibali: il vincitore del Tour de France 2014 torna in Francia con una Maglia Rosa in più. Non parte con i favori del pronostico visto che molto probabilmente non competerà per la classifica generale: obiettivo prepararsi al meglio per Rio 2016.

Diego Rosa: molto più di un gregario per l’Astana. Potrebbe svolgere il ruolo di seconda punta, visto che la condizione sembra essere ottima. Una vittoria di tappa non è un’utopia.

Paolo Tiralongo: dopo tanti anni di Giro, questo 2016 il siciliano ha scelto il Tour, seguendo il proprio capitano Fabio Aru. Fondamentale il suo apporto per l’Astana.

Damiano Caruso: aver convinto i tecnici della BMC alla convocazione è già stata un’impresa, ora proverà ad onorare questo Tour essendo d’aiuto a Porte e provando a far qualcosa in solitaria.

Fabio Sabatini: gregario costantemente positivo nelle volate. Kittel lo ha scelto per i suoi sprint, dovrà dare la solita grande mano come penultimo uomo.

Matteo Bono: grandissimo faticatore. Sempre a guidare il gruppo, spesso e volentieri anche in fuga nelle grandi classiche. Un sogno trovare la fuga giusta al Tour.

Davide Cimolai: l’unico vero velocista italiano al via. Nelle tappe pianeggianti puntiamo sullo sprinter della Lampre – Merida.

Jacopo Guarnieri: altro Tour de France per il corridore della Katusha, fondamentale per le volate di Kristoff, visto che è l’ultimo uomo.

Oscar Gatto: gregario di lusso per Peter Sagan alla Tinkoff, potrebbe provare ad inventarsi qualcosa.

Matteo Tosatto: ennesimo grande giro per il fortissimo gregario Tinkoff, fidatissimo di Alberto Contador.

Cesare Benedetti: il corridore della Bora-Argon 18 continua a togliersi delle soddisfazioni. Sfrutta l’invito per la sua squadra e vola in Francia a disputare la più importante corsa a tappe al mondo. Lo vedremo sicuramente in fuga.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

Top