Tour de France 2016: quinta tappa, Limoges-Le Lioran

quinta-tappa-tour.png

Si comincia a fare sul serio al Tour de France 2016, infatti Mercoledì 6 Luglio il gruppo si troverà ad affrontare una tappa con sei GPM, seppur molto brevi, distribuiti in 216 km. Una tappa simile ad una classica che potrebbe essere aperta a molti possibili scenari, con gli “uomini da classica” pronti a darsi battaglia, ma anche con gli uomini di classifica che vorranno testare le proprie gambe e quelle degli avversari.

Dopo l’arrivo della tappa precedente non ci sarà bisogno di trasferimenti perché si ripartirà proprio da Limoges, città che già molte volte ha ospitato il Tour, per dirigersi a sud verso le Alpi. Dopo appena 13 km il gruppo passerà per Saint-Léonard-de-Noblat, paese di quello che è stato il ciclista più amato dai francesi, Raymond Poulidor. 

In seguito il gruppo inizierà la salita verso il primo GPM, nonché il più facile di giornata (1.7 km al 5.2%, 4a categoria). Dal passaggio sulla Côte de Saint-Léonard-de-Noblat al successivo GPM ci saranno più di 100 km di strada da percorrere. In realtà il gruppo incontrerà ben poca pianura, infatti la strada sarà piuttosto nervosa e ricca di saliscendi. Dopo circa 50 km dalla partenza si entrerà nel dipartimento della Corrèze, che verrà attraversato fino al suggestivo Pont de Saint Projet, un ponte sospeso sul fiume Dordogna che farà entrare il gruppo nel dipartimento del Cantal. Qui inizierà la parte più difficile del percorso: infatti, nei restanti 70 km che mancheranno al traguardo saranno condensati ben cinque GPM, ed i corridori non avranno neanche il tempo di respirare. Appena superato il ponte inizierà la Côte du Puy Saint-Mary (6.8 km al 3.9%, terza categoria).

Superata questa asperità non ci sarà discesa per i corridori ma la strada di fatto continuerà sempre a salire fino a Salers, dove formalmente inizierà la strada per il Col de Neronne (terza categoria), terzo GPM di giornata. Dopo il Col de Neronne una breve discesa e di nuovo una salita, la più dura di giornata, il Pas de Peyrol (gpm di seconda categoria), lunga appena 5.4 km ma con una pendenza media dell’8% (e con gli ultimi tre chilometri tutti tra l’11% e 12%). Seguiranno circa 10 km di discesa prima di iniziare il Col du Perthus (seconda categoria), 4.4 km al 7.9%, ma attenzione perché anche qui ci sono tratti con punte all’11-12%.

Arrivati in cima, una discesa intervallata da un breve tratto di leggera salita porterà a Saint-Jacques-des-Blats, dove inizierà la salita per l’ultimo GPM di giornata (terza categoria), indicata come lunga poco più di 3 km ma in realtà di circa 6 km. Giunti in cima, una breve discesa porterà fino al triangolo rosso dell’ultimo chilometro, da dove una strada in leggera salita porterà all’arrivo nella località sciistica di Le Lorian posta a 1235 metri sul livello del mare.

Questa è una tappa aperta alle più svariate interpretazioni: se gli uomini di classifica preferiranno studiarsi senza prendere in mano la situazione, allora potrebbe facilmente andare in porto la fuga, altrimenti potremmo vederne delle belle con gli uomini da classica (delle Ardenne) su tutti a provare a giocarsi la vittoria.

Foto: Le Tour 2016

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.com

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top