Tour de France 2016: i cacciatori di tappe. Francesi in prima fila

Ciclismo-Thomas-Voeckler-Sylvain-Chavanel.jpg

Sono atleti che non puntano alla classifica generale e che non sono neppure velocisti, ma che sono pronti a dare spettacolo ancora una volta al Tour de France 2016: parliamo dei cacciatori di tappa, gli eroi di un giorno che puntano a vincere le singole frazioni della Grande Boucle, generalmente a partire da fughe da lontano.

Padroni di casa, i francesi sono sempre tra i più combattivi al Tour de France, e possono vantare tanti atleti che negli anni si sono fatti luce proprio grazie a questo tipo di imprese: su tutti, il veterano Thomas Voeckler, trentasette anni, già vincitore di quattro frazioni in carriera e sempre tra i più combattivi, nonostante la carta d’identità inizi a pesare sulle sue prestazioni. Dopo una lunga carriera da rivali, quest’anno l’alsaziano avrà l’opportunità di correre nella stessa squadra, la Direct Energie, con un altro ciclista molto amato dai francesi, Sylvain Chavanel, che di tappe al Tour ne ha vinte già tre. Restando in Francia, proveranno sicuramente a vincere sulle tappe più mosse Tony Gallopin (Lotto – Soudal) ed Alexis Vuillermoz (Ag2r – La Mondiale), anche se quest’ultimo sarà vincolato dai compiti di gregario nei confronti del capitano Romain Bardet.

A lungo pretendente alla classifica generale, lo spagnolo Joaquím Rodríguez si è oramai tramutato in un atleta che lotta per le vittorie di tappa, soprattutto nelle frazioni dall’altimetria più arcigna, nelle quali spera anche di ottenere punti preziosi per la Maglia a Pois. Attenzione anche agli specialisti delle classiche, come i belgi Sep Vanmarcke (Lotto NL – Jumbo), Serge Pauwels (Dimension Data) e Jürgen Roelandts (Lotto – Soudal). Altro atleta molto coraggioso e combattivo, il bielorusso Vasil Kiriyenka aspetterà di avere il via libera da Chris Froome, suo capitano alla Sky, per cercare la gloria personale. Non dimentichiamo, infine, il britannico Steve Cummings, in forza alla Dimension Data, che ha già dimostrato le sue capacità in questo senso sia al Tour de France 2015 che al Giro d’Italia di quest’anno.

Per quanto riguarda i ciclisti italiani, una delle principali speranze di vittoria di tappa potrebbe arrivare da Giovanni Visconti, ma bisognerà attendere l’ufficializzazione della formazione della Movistar per sapere se il siciliano sarà presente in Francia o meno.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Thomas Voeckler (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top