Tennis, Wimbledon 2016: Paolo Lorenzi saluta subito i campi di Church Road

Paolo-Lorenzi-Tennis-Pagina-FB-Supertennis.jpg

Non buone notizie dal campo n.10 di Wimbledon dove il nostro Paolo Lorenzi è stato sconfitto per 6-4 6-7 7-5 6-3 dal qualificato Lukas Lacko, n.123 ATP, in 2 ore e 58 minuti di gioco. Un amaro ko per il nostro tennista praticamente mai in controllo dell’incontro e sempre obbligato ad inseguire lo slovacco.

PRIMO SET –  Fin dai primi scambi si comprende che sarà un match difficile per Paolo, non molto a suo agio con la superficie. Pronti, via ed è subito break in favore di Lacko. L’azzurro non riesce a trovare la misura dei suoi colpi, costruendo poco o nulla nei turni di servizio del rivale e dovendo fronteggiare altri due break point nel sesto gioco, abile in questo caso ad annullarli. Nel settimo game, però, uno scatto d’orgoglio per il senese che, inaspettatamente, riequilibra le sorti del match, controbreakando l’avversario. Sfortunatamente il nostro portacolori sul 4-5 e servizio, non riesce a tenere il ritmo del n.123 del mondo in risposta e cede battuta e set allo slovacco.

SECONDO SET – Inizia con un piglio diverso il secondo parziale per Lorenzi, molto più efficace nei turni in battuta del rivale. Dopo aver mancato due opportunità nel game d’apertura, il terzo gioco è quello buono per Paolino per conquistare il break ed andare avanti nel punteggio per la prima volta. Una gioia che però dura fino all’ottavo game quando Lacko rientra nuovamente in partita, pareggiando 4-4. Un momento difficile per il nostro rappresentate che subisce il contraccolpo psicologico e, sotto 4-5, si trova a fronteggiare due set point. Fortunatamente l’azzurro gioca bene e riesce a protrarre l’incontro fino al tie-break. In questa fase, tutti e 2 i giocatori non riescono ad essere efficienti in battuta, consegnando spesso il comando delle operazioni a chi è in risposta. Dello scambio reciproco “di cortesie” è Lorenzi ad approfittarne, chiudendo 7-5 e pareggiando il computo dei set.

TERZO SET – La terza frazione è pressoché dominata dal servizio con entrambi che alzano sensibilmente le percentuali di punti ottenute con questo fondamentale. Ne vien fuori un parziale destinato a risolversi nell’ultima parte e cosi è: avanti 40-30 (5-5) Paolino si fa rimontare da Lacko e perde mestamente ai vantaggi la battuta per qualche errore di troppo. Nel gioco successivo, a zero, il 123esimo giocatore del ranking chiude la pratica sul 7-5.

QUARTO SET –  Nella quarta frazione, Lorenzi e lo slovacco conquistano break e controbreak nel terzo e quarto game ma è purtroppo il giocatore proveniente dalle qualificazioni a dare la sensazione di poter creare il gap decisivo. Un’impressione che viene, purtroppo, confermata nel settimo game dove l’italiano è costretto a concedere il break, perdendo poi nuovamente la battuta nel nono, sancendo la fine della sua avventura a Wimbledon.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Supertennis

Lascia un commento

Top