Tennis, Wimbledon 2016: Garbiñe Muguruza sfida Serena Williams

serena-williams-pagina-fb-australia-open.jpg

Eccoci. Sta per prendere il via l’edizione 2016 di Wimbledon, unico Slam tennistico sull’erba, che da sempre riserva un fascino speciale negli animi degli appassionati. Dal 27 giugno al 10 luglio infatti, oltre 200 tennisti si daranno battaglia nel sobborgo di Londra, attraverso sfide che entreranno nella leggenda dello sport. Andiamo dunque ad analizzare le favorite del torneo femminile.

Iniziamo da Serena Williams, l’assoluta dominatrice degli ultimi anni, ma in un periodo non troppo felice della sua carriera, perdendo ben due finali Slam nel 2016. La 35enne di Saginaw è però la principale indiziata per il trionfo all’All England Tennis and Croquet Club, avendo in bacheca già 6 trofei e l’attuale posizione numero 1 del mondo. Più che il fattore sportivo, a condizionare la statunitense è l’aspetto psicologico, che l’ha vista fermarsi più volte nei momenti che contano, trovando la vittoria solamente a Roma dopo le sconfitte di Melbourne e Parigi.

Il principale incubo di Serena sembra invece essere la spagnola Garbine Muguruza. finalista del 2015 e capace di conquistare il Roland Garros nell’anno corrente, raggiungendo la posizione numero 2 della classifica internazionale. La nativa di Caracas a 23 anni sembra inoltre aver raggiunto la maturità necessaria per compiere qualcosa di importante anche sull’erba, unica superficie mancante nel suo palmares.

Dopo il forfait di Viktoria Azarenza, il possibile terzo incomodo potrebbe essere la tedesca Angelique Kerber, che con il successo all’Australian Open si è garantita una posizione di rilievo nell’Olimpo del tennis mondiale. L’erba le è inoltre molto congeniale, poichè ha ospitato il trionfo di Birmingham nel 2015 e le due finali di Eastbourne nel 2014 e nel 2012.

Foto: pagina Facebook Australian Open

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top