Tennis, Roland Garros 2016: la nascita di una stella chiamata Garbine Muguruza

13322157_10154251973674920_969917181905745295_n.jpg

Possiamo dirlo: oggi è nata una stella ed il suo nome è Garbine Muguruza. Avete ragione, non siamo certi degli oracoli per affermare una cosa del genere visto che parliamo della nuova numero 2 del mondo (ex numero 4) e di una giocatrice che già l’anno scorso aveva conquistato la finale di Wimbledon, superata da Serena Williams.

Ebbene parliamo di astro nascente perchè questa vittoria nel Roland Garros 2016 è una consacrazione per la tennista spagnola. Parigi rappresenta una di quelle chiavi per entrare dalla porta principale nel gotha dello sport con racchetta e pallina e quest’oggi Garbine è stata semplicemente perfetta. Un successo dai mille significati quello sulla numero 1 WTA Williams: la rivincita dell’ultimo atto sull’erba dell’anno scorso, la conferma dei tanti miglioramenti maturati sulla terra rossa nel 2016 e la crescita di un gioco fatto non solo di potenza esplosiva ma anche di tocchi sopraffini come quello che le ha dato l’ultimo del trionfo finale.

Oggi per Serena non c’era davvero niente da fare e per l’ennesima volta l’americana ha visto sfumare il record di 22 Slam vinti (primato di Steffi Graf) al cospetto di una Muguruza solida sia tecnicamente che mentalmente. Quel rovescio a due mani così penetrante nello scambio è stata una delle armi vincenti dell’iberica oltre ad una capacità tipica dei campioni: giocare al meglio i momenti topici dell’incontro. Missione compiuta cara Garbine, e dopo 18 anni da Arantxa Sanchez Vicario, il titolo degli Internazionali di Francia torna in Spagna, raccomandata con ricevuta di ritorno per una carriera che si prospetta densa di successi.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Roland Garros

Lascia un commento

Top