Superbike, Round Riviera di Rimini 2016: tutti contro Rea. A Misano Ducati e Sykes chiamati a vincere

Rea-Superbike-Fabio-Bosi.jpg

Dopo Imola, Misano. Il Circus delle derivate di serie torna in Italia e la tagline è sempre la stessa: tutti contro Jonathan Rea. Il nordirlandese Campione del Mondo SBK in carica è fin qui salito sempre sul podio e poco importa se la vittoria manca da Assen; il suo vantaggio in classifica (+56 su Sykes, +62 su Davies) già gli permette di tenere nel mirino un Titolo che, giro di boa ormai alle spalle, non dovrebbe più sfuggirgli.

L’anno scorso il circuito adriatico vide protagonista la solita coppia Kawasaki Sykes-Rea, con il primo che si aggiudicò Gara-1 ed il secondo che vinse Gara-2, mentre nel 2014 Tom Sykes fece sue entrambe le manche. Con questi precedenti e con le tre vittorie nelle ultime quattro gare, ci sono buone ragioni per aspettarsi un Sykes scatenato a Misano in questo weekend. La doppietta di Donington ha fatto del centauro di Huddersfield (più che mai) l’avversario numero uno di Rea, superando di slancio Chaz Davies.

Il britannico della Ducati arriva al secondo appuntamento casalingo della stagione per la scuderia di Borgo Panigale dopo due Round complicati, preceduti però dall’impressionante uno-due di Imola. Con il ritiro in Gara-1 a Donington ed il quarto posto di Sepang in Gara-2, il gallese ha perso punti nei confronti di SupeRea ed ora la rimonta iridata ha le sembianze della montagna difficile (ma non impossibile) da scalare. La Ducati è una moto da mettere in “prima fila”, per sabato e domenica, e Davies deve sfruttare il salto in avanti nello sviluppo della Rossa. Inoltre, in questa stagione Chaz è sempre stato tra i riders più veloci, ergo ha tutte le carte in tavola per limare il gap che lo separa da Rea.

Davide Giugliano è l’altro pilota ufficiale della Ducati che corre sul circuito di casa; il romano, dopo qualche difficoltà nelle prime uscite stagionali, in Malesia e a Donington è tornato protagonista, lottando per la vittoria al pari del suo compagno di squadra Davies. Con il nuovo setup e una rinnovata autostima, Giugliano è ora pronto per il colpo grosso a Misano, dove non mancherà di certo la grande spinta dei suoi tifosi.

Dopo Kawasaki e Ducati, la Honda. Nicky Hayden e Michael Van der Mark sono altri due piloti da tenere – come sempre – in forte considerazione, quantomeno per un discorso-podio in Romagna. Il “bronzo” dello statunitense ad Assen è stato nobilitato dalla sua prima vittoria in Superbike, a Sepang; il veterano americano delle due ruote potrà anche contare sulla sua grande esperienza sul Misano World Circuit. Anche il suo compagno di squadra è da tenere d’occhio, alla luce della regolarità in gara fin qui palesata; l’olandese, al pari del nostro Giugliano, è ancora alla ricerca del primo acuto massimo in carriera in WSBK.

Il Team Althea BMW, sul circuito di casa dello sponsor, cercherà di riprendersi dalle difficoltà incontrate a Donington, mentre la MV Agusta e l’Aprilia dello IodaRacing Team cercheranno di ripetere i buoni risultati conseguiti in terra britannica, rispettivamente con Leon Camier e Lorenzo Savadori, che proveranno ad entrare nuovamente nella top-10.

Chiusura per una Yamaha fino ad ora in ombra. Alex Lowes tornerà in pista con l’obiettivo di frequentare le posizioni importanti; il britannico ha effettuato un test sul circuito di Misano prima dell’appuntamento iridato, anche per mettere alla prova la clavicola fratturata a Sepang. Il suo compagno di squadra Sylvain Guintoli, Campione del Mondo 2014, dopo il pericoloso e doloroso highside di Imola è ancora sulla via del recupero dall’infortunio e sarà a Misano solo per supportare il team, poiché non potrà prendere parte al weekend in pista.

Clicca qui per visualizzare il programma completo e la guida TV dell’ottavo Round WSBK al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”. Buon divertimento!

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Fabio Bosi

giuseppe.urbano@oasport.it

Lascia un commento

Top