Scherma, Europei Torun 2016: Di Francisca per il poker, riscatto spada femminile?

Elisa-Di-Francisca-scherma-foto-da-augusto-bizzi-federscherma.jpg

Meno di una settimana agli Europei di scherma, in programma da lunedì 20 a sabato 25 giugno sulle pedane di Torun. Seppur con il mirino puntato sulle Olimpiadi di Rio ad agosto, l’Italia volerà in Polonia con la miglior formazione possibile per cercare di confermare i 10 podi (3-3-4) di Montreux 2015. C’è la vetta del medagliere da difendere dagli assalti di Russia e Francia, le rivali più quotate.

FIORETTO – Giorgio Avola, Andrea Baldini, Andrea Cassarà, Daniele Garozzo al maschile; Martina Batini, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Alice Volpi tra le donne. Difficile chiedere di meglio, anche in proiezione olimpica. La condizione non sarà al top ma gli azzurri possono dominare in lungo e in largo: l’anno scorso fu tripletta con gli uomini (Cassarà-Garozzo-Luperi, adesso riserva a casa), mentre la jesina è campionessa d’Europa da tre edizioni consecutive e cercherà il poker (che sarebbe il quinto successo della carriera) prima di andare all’assalto della doppietta a cinque cerchi. Al posto della ritirata Valentina Vezzali, infine, esordirà quanto meno nella gara a squadre Alice Volpi, 26enne di Siena che ha trionfato ai Giochi Europei di Baku 2015 e al Grand Prix di Torino lo scorso novembre.

SPADA – L’arma con più novità. E non solo al femminile, il cui settore sta vivendo un vero e proprio ricambio generazionale dopo la mancata qualificazione olimpica con il quartetto, ma anche (parzialmente) al maschile con la prima volta di Lorenzo Buzzi al posto di Marco Fichera, che come rivelato da Pianeta Scherma rimarrà in Italia in via precauzionale dopo una lesione al bicipite femorale destro accusata al Monal Parigi. Con il piemontese confermati comunque Paolo Pizzo, Enrico Garozzo e Andrea Santarelli, mentre le “veterane” Rossella Fiamingo e Mara Navarria ospiteranno in azzurro le giovani Giulia Rizzi (gran talento, recentemente sul podio al Carroccio di Legnano) e Alberta Santuccio, con Brenda Briasco riserva a casa. Il nuovo corso delle ragazze guidate dal ct Sandro Cuomo, dunque, partirà da Torun: una medaglia caricherebbe l’ambiente a tornare presto competitivo.

SCIABOLA – Un’Irene Vecchi sulle ali dell’entusiasmo dopo il podio nell’ultima tappa di Coppa del Mondo e l’olimpionico di Atene 2004 Aldo Montano ancora assente dopo l’operazione alla spalla. Si parla di sciabola e si finisce sempre a Livorno, ma in realtà al femminile gli occhi saranno puntati anche su Rossella Gregorio, due bronzi agli ultimi due Europei, Ilaria Bianco e Loreta Gulotta, con il quartetto per Rio che si testerà ulteriormente cercando di crescere anche a livello di risultati. Al maschile, invece, confermati i campioni del mondo Diego Occhiuzzi, Luca Curatoli ed Enrico Berrè con il rientro di Luigi Samele, che nel weekend si è preso il titolo italiano a Roma. Il focus qui sarà sul napoletano argento a Londra 2012, secondo azzurro qualificato per il Brasile.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top