Scherma, Coppa del Mondo: a Shanghai il fioretto azzurro vuole tornare a primeggiare

scherma-arianna-errigo-saint-maur-fb-bizzi.jpg

Dopo lo scorso weekend dedicato totalmente alla sciabola, questo fine settimana sarà il fioretto l’arma protagonista in quel di Shanghai per l’ultimo Grand Prix della stagione, che precede gli Europei di Torun in Polonia (20-25 giugno) e le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

In campo femminile l’Italia cerca di tornare subito sul gradino più alto del podio, dopo aver sfiorato la vittoria nell’ultima tappa tedesca di Tauber. In quell’occasione ad imporsi fu Inna Deriglazova, che mise fine ad un vero e proprio dominio da parte delle azzurre, che non avevano centrato la vittoria solo in occasione dell’esordio stagionale a Cancun. Da quel momento sono arrivati due successi per Arianna Errigo ed uno per Alice Volpi ed Elisa Di Francisca.

Sono ovviamente loro tre, insieme anche a Martina Batini, Chiara Cini e Carolina Erba (anche loro sempre super competitive) le carte azzurre a Shanghai per tornare a far suonare l’inno di Mameli sul podio.
Certamente non mancheranno le avversarie, soprattutto le solite russe, che dal successo nel mondiale a squadre di Rio continuano ad imporsi sulle nostre portacolori: Deriglazova, Korobeynikova e Shanaeva sono loro i principali pericoli per Errigo e compagne, anche se non vanno dimenticate la statunitense Kiefer o la francese Thibus.

Una vittoria che in campo maschile, contando solo i risultati in Coppa del Mondo, manca addirittura dal febbraio dello scorso anno, quando a Bonn si impose Andrea Cassarà. Il fiorettista lombardo qualche settimana dopo vinse l’oro agli Europei di Montreux, bissato da quello di Alessio Foconi ai Giochi Europei di Baku. Sono quelli gli ultimi successi azzurri, anche perchè in questa stagione i nostri fiorettisti hanno colto solo terzi posti (Lorenzo Nista a Torino, Daniele Garozzo a Bonn ed Andrea Baldini a San Pietroburgo nell’ultima tappa).

In vista di Europei ed Olimpiadi serve una reazione da parte degli azzurri, che comunque hanno sempre preferito il grande appuntamento alle prove di Coppa del Mondo. Come sempre sarà grande battaglia per la vittoria con tanti protagonisti al di fuori dei confini italiani: i russi Rigin e Zherebchenko, gli americani Imboden, Massialas e Meinhardt, i britannici Kruse e Davis, il francese Tony Helissey e addirittura l’egiziano Abouelkassem, secondo nel Grand Prix di L’Avana.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

 Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top