Roller alpino: inizio di stagione incoraggiante per il movimento azzurro. Podio di Massimiliano Losio nella prima di Coppa del Mondo

Roller-alpine.jpg

Avevamo lasciato il roller alpino italiano, in marzo (clicca qui per leggere l’articolo), all’alba di una nuova stagione agonistica, tra speranze, programmazione e concrete prospettive. Bene, gli azzurri sono partiti forte in Coppa del Mondo (4-5 giugno) ad Unterensingen, in Germania.

Su un tracciato molto tecnico (pendenza media 12%, fino ad arrivare al “muro” al 16%) e sotto una forte pioggia che ha reso precarie le condizioni di tenuta, i nostri atleti di punta Massimiliano e Cristian Losio, Marco Melzi, i quattro atleti veneti Andrea e Simone Gallina, Letizia Turchetto e Elisa Serena si sono ben disimpegnati.

Tre italiani nella top ten: Massimiliano Losio 2°, il fratello maggiore Cristian 5°, Marco Melzi 8°; più i piazzamenti di Simone (29°) e Andrea Gallina (36°). Ottima, in particolar modo, la performance del meno giovane dei fratelli Losio, prospetto azzurro già noto sui palcoscenici internazionali. La seconda tappa di Coppa del Mondo andrà in scena il 18-19 giugno in Repubblica Ceca, a Turnov.

Prima dell’esordio iridato 2016, il roller alpino del Bel Paese aveva a suo modo ottenuto già un’importante vittoria, un’ennesima conferma del buon lavoro che si sta facendo in seno alla FIHP anche per quanto riguarda questo giovane comparto. La Federazione spagnola, su richiesta del Responsabile Tecnico Alpine Slalom, Carlos Macia Torralba, ha infatti ospitato dal 28 aprile al 9 maggio Massimiliano Losio per “impostare” e selezionare i 10 atleti iberici che parteciperanno a Mondiali e Coppa del Mondo. La seduta formativa (tenutasi tra Oviedo, Leon, Ponferrada e Villablino) ha visto l’azzurro impegnato tutti i giorni in sedute d’allenamento tecnico-atletiche e teoriche.

Tutto ciò conferma la grande crescita del roller alpino italiano a livello europeo, attirando l’attenzione da parte di altre nazioni (oltre alla Spagna, Polonia e Serbia) e raccogliendo risultati importanti sul campo con i suoi atleti. Prossimo ambizioso step: allargare il movimento a nuove realtà geografiche del Centro e del Sud dell’Italia, in modo da far conoscere a più gente possibile questa spettacolare disciplina, in tutte le sue sfaccettature.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIHP

giuseppe.urbano@oasport.it

 

Lascia un commento

Top