Pallanuoto femminile, World League: Australia troppo forte, Setterosa battuto

Giulia-Emmolo-Setterosa-Daniela-Bolla3.jpg

Seconda sconfitta nel terzo incontro delle finali di World League di pallanuoto femminile in quel di Shanghai (Cina) per il Setterosa di Fabio Conti. La nazionale italiana è stata battuta dall’Australia con il risultato di 7-13 in una partita dominata sin dal primo quarto dalle oceaniche.

Partenza ad handicap per Di Mario e compagne, subito in svantaggio di due reti alla fine della prima frazione, conclusa per 3-1 (con Bianconi che ha accorciato le distanze allo scadere). Le australiane hanno gestito il grande vantaggio acquisito, aumentando quarto dopo quarto. Vani i tentativi di reazione da parte delle azzurre: a fine partita, con il risultato già in cassaforte, le oceaniche sono riuscite a dilagare. Migliore italiana sicuramente Chiara Tabani, a segno tre volte.

In attesa dell’incontro tra Cina e Russia, le azzurre sono al terzo posto della propria pool e, molto probabilmente, sarà questa la posizione finale. Prossima avversaria domani nei quarti di altissimo livello, o Spagna o Stati Uniti. Bisognerà trovare una reazione d’orgoglio per provare a compiere l’impresa.

Italia-Australia 7-13

Italia: Gorlero , Tabani 3, Garibotti 1, Palmieri , Radicchi , Aiello , Di Mario 1, Bianconi 1, Emmolo 1, Pomeri , Cotti , Frassinetti , Teani . Coach. Conti

Australia: Yanitsas , Beadsworth , Buckling , Lincoln-smith 1, Gofers 2, Knox 1, Webster 1, Mcghie 3, Arancini 1, Southern , Bishop 3, Zagame 1, Wakefield . Coach. Mcfadden

Arbitri: Amaral Toffoli (bra), Roy (can)

Note:
Parziali 1-3, 2-3, 2-3, 2-4
Spettatori 200 circa. Nessuna uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Italia 4/10, Australia 5/8.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Daniele Bolla

Lascia un commento

Top