Nuoto, Trofeo Settecolli 2016: Pellegrini sublime nei 100 sl, Detti sorprendente nei 200 sl e Greg fa il “compitino”

Federica-Pellegrini-nuoto-foto-fin-deepbluemedia.jpg

Nella seconda giornata di finali del Trofeo Settecolli 2016 di nuoto in Roma grandi risultati per il movimento natatorio italiano in avvicinamento all’appuntamento olimpico di Rio 2016.

Iniziamo da lei, la Divina, semplicemente straordinaria nei suoi 100 stile libero. Un incedere in acqua regale che le vale il nuovo record italiano (53″18 sesto crono al mondo) a soli 4 centesimi dall’olandese Ranomi Kromowidjojo precedendo Penny Oleksiak (53″67). Un passaggio in 25″90 per Federica ed un ritorno da 27″28 che le vale un riscontro cronometrico straordinario. In mattina aveva detto che avrebbe valutato se fare o meno i 100 a Rio. Chissà se questo crono non le abbia dato un’ulteriore conferma di ciò.

Non solo però la Pellegrini in questo day 2 infuocato, non solo per la temperatura, al Foro Italico. Era atteso anche Gabriele Detti sui 200 stile libero, dopo l’aver rinunciato ai 1500 metri. Ebbene il livornese allenato da Stefano Morini ha stampato un 1’46″78 (nuovo primato personale) in pieno carico ed in una specialità non sua. Detti si è imposto davanti a Dominik Kozma (1’47″38) e Marco Belotti (1’47″81 pass olimpico per la 4×200 centrato). Un’ultima vasca da 26″35 in stile Sun Yang davvero impressionante per Gabriele. Il terzo asso natatorio italiano, vale a dire Gregorio Paltrinieri, si esibisce nelle sue trenta vasche su un crono “normale” per lui. 14’51″62 è il risultato finale di una prestazione in acqua impressionante, visto l’alto carico di allenamenti senza avere il pungolo del suo “gemello” in acqua. Molto distanti, infatti, gli avversari con il francese Darmine Joly (15’09″83) secondo e Marcelo Acosta (15’16″87) terzo. Per ora va benissimo così per il carpigiano.

Straordinario Laszlo Cseh nei 200 farfalla autore di 1’54″69 (nuovo record della manifestazione) davanti al connazione Bence Biczo (1’57″30) ed al greco Stefanos Dimitriadis in 1’57″58. Non benissimo gli atleti italiani con Federico Bussolin quinto in 1’58″07 e Francesco Pavone settimo in 1’59″72. Continua a stupire nel dorso la canadese Kylie Masse che, dopo essersi presa i 50 metri, conquista anche la distanza doppia in 59″66 battendo Katarina Listopadova (1’00″21) e la nostra Carlotta Zofkova in 1’00″70. Un crono che però non garantisce all’atleta italiana il pass a 5 cerchi distante 7 decimi. Vedremo poi le decisioni della FIN quali saranno. Obiettivo Rio 2016 mancato anche per Luisa Trombetti, prima nei 400 misti in 4’40″06 mettendo la mano davanti a Sara Franceschi (4’40″39) ed a Reka Gyorgy (4’41″31).

Nei 100 farfalla donne vittoria di Ilaria Bianchi in 58″36 a precedere il talento canadese Oleksiak di appena 5 centesimi e l’ungherese Liliana Szilagyi terza in 58″42. Sfuma invece il sogno olimpico per Elena Di Liddo (59″27 quinta) molto ad di sopra del limite richiesto dalla Federazione. Ottimo riscontro nei 100 dorso uomini, dopo due anni di difficoltà, di Niccolò Bonacchi, orfani nella finale A di un Simone Sabbioni fuori condizione, vittorioso in 54″23, centrando il limite C, funzionale alla staffetta mista. Il toscano si è messo alle spalle il greco Apostolus Christou in 54″35 e l’israeliano David Gamburg (54″38).

 

RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto: Deepbluemedia

Lascia un commento

Top