Nuoto, Trials olimpici Usa: Ledecky e Smith nella storia dei 400 sl. Fatica Franklin

Katie-ledecky-nuoto-foto-facebook-fina-deepbluemedia.jpg

Non c’è il record del mondo per Katie Ledecky nei 400 stile libero dei Trials Usa di nuoto a Omaha (Nebraska), tuttavia la 19enne che punta alla tripletta d’oro 200-400-800 a Rio 2016 riscrive comunque la storia delle otto vasche, nuotando il terzo tempo più veloce di sempre in 3’58”98. Impossibile, salvo suoi harakiri, batterla in Brasile. Ma non solo: l’extraterrestre a stelle e strisce si trascina alle sue spalle la 21enne Leah Smith che tocca con un incredibile 4’00”65, quarta all time. Sarà un’Olimpiade velocissima e ora pure l’argento sembra ipotecato. Crolla invece Allison Schmitt, quinta in 4’09”25, ma la vincitrice dei 200 a Londra 2012 ci riproverà proprio da stanotte nella mezza distanza.

Strappano il biglietto per i Giochi anche Kelsi Worrell (56”48, seconda al mondo nel 2016 dietro all’inarrivabile 55”68 della svedese Sarah Sjoestroem) e Dana Vollmer (57”21) nei 100 farfalla e Kevin Cordes (59”18, aveva fatto 58”94 in semifinale) e Cody Miller (59”26) nei 100 rana. Gli americani riscrivono pian piano i ranking mondiali stagionali e si preparano ad altre battaglie: emozionano soprattutto i 100 dorso maschili con David Plummer a 52”12 (1° nel 2016) in semifinale. Il 51”94 gommato di Aaron Peirsol, record del mondo che resiste dal 2009, potrebbe cadere. Plummer si gioca uno dei due pass con Ryan Murphy (52”28, 2°) e l’oro di Londra Matt Grevers (52”64): pazzesco come uno dei tre resterà sicuramente a casa.

Conor Dwyer ha il miglior tempo di ingresso in finale nei 200 sl con 1’46”96, fatica Ryan Lochte quinto in 1’47”58. E se Lilly King si conferma ranista di punta in 1’05”94 nei 100, è impressionante l’involuzione di Missy Franklin, che da un quadriennio all’altro rischia di scomparire definitivamente. L’ex erede di Michael Phelps è al momento solo settima nei 100 dorso in 1’00”45 e un flop anche a pancia in su non sarebbe la maniera migliore per affrontare il duello con Allison Schmitt nei 200 sl. Potrebbe essere lei la vera delusione della settimana di Omaha? Intanto comanda, in 59”16, Olivia Smoliga.

I RISULTATI COMPLETI DELLA SECONDA GIORNATA

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Fina/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top