Nuoto: Sun Yang 2° al mondo nei 400 sl, ma non fa la finale a Santa Clara

Sun-Yang-nuoto-foto-facebook-fina-dpm.jpg

Dopo l’1’44”82 di ieri nei 200 stile libero, tempo che gli è valso il primo posto nella classifica delle migliori prestazioni mondiali stagionali, il cinese Sun Yang nuota nella tappa di Santa Clara delle Arena Pro Swim Series solo le batterie dei 400 sl vinti agli Europei dall’azzurro Gabriele Detti. Il campione iridato fa 3’43”55 al mattino ed è secondo nel 2016 dietro solo all’australiano Mack Horton (3’41”65), ma in finale lascia spazio allo statunitense Conor Dwyer in 3’46”09. Al di là della rinuncia, non motivata, Sun appare comunque in forma. Domani ci saranno i 1500: come si sveglierà Gregorio Paltrinieri?.

SHOW TRA USA E AUSTRALIA – Miglior tempo personale del 2016 per Nathan Adrian, che a piccoli passi si prepara a Rio sempre più determinato: interessante il 21”68 nei 50 sl con Anthony Ervin a 21”98 e l’australiano James Magnussen a 22”19. Ennesimo sub 59” nei 100 dorso per Emily Seebohm: 58”96 apparentemente in scioltezza. 52”76 per Ryan Murphy nella gara maschile, 24”85 per Emma McKeon nei 50 sl donne e 4’03”91 per Jessica Ashwood nei 400 sl, quarto miglior crono mondiale stagionale.

AUSTIN LANCIA ALLISON, MISSY KO – Ancora una (piccola) conferma, anche se i conti si faranno a fine mese ai Trials di Omaha: Allison Schmitt, al momento, è la favorita per partecipare ai 200 sl olimpici insieme alla potenziale dominatrice Katie Ledecky. La vincitrice di Londra 2012, uscita da un periodo buio, continua a battere l’ex iridata Missy Franklin nelle quattro vasche: 1’56”87 a 1’57”78 nel meeting texano. Poi Missy torna all’amato dorso e vince i 200 in 2’09”45, ma la stanchezza, ragionevolmente, la frena. Townley Haas si prende la gara maschile in 1’47”86, quarto Michael Phelps (1’48”73).

INDY SCOPRE LEAH, PLUMMER VOLA – Tra gli squilli di Indianapolis, per l’altra tappa delle Arena Pro Swim Series in contemporanea a quella di Santa Clara, non si può non citare il 4’03”33 della statunitense classe 1995 Leah Smith che è il secondo miglior tempo mondiale stagionale per, anche qui, Ledecky verosimilmente irraggiungibile. Ma averne due da medaglia non farà altro che bene agli Stati Uniti. Infine David Plummer, 52”40, balza in testa alla classifica per quanto riguarda i 100 dorso. L’australiano Mitchell Larkin è ora staccato di 8 centesimi.

 

RISULTATI COMPLETI SANTA CLARA

RISULTATI COMPLETI AUSTIN

RISULTATI COMPLETI INDIANAPOLIS

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Fina/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top