Nuoto, Settecolli 2016: batterie terza giornata. Pellegrini agevole, niente 100 sl per Orsi

Federica-Pellegrini-nuoto-foto-facebook.jpg

Terza e ultima giornata di batterie al Trofeo Settecolli di Roma: continua l’avvicinamento olimpico e, per qualcuno, è anche l’occasione conclusiva per strappare il biglietto per Rio. La più attesa comunque rimane Federica Pellegrini, impegnata nei 200 stile libero dopo lo stratosferico record italiano (53”18) conquistato ieri nella mezza distanza. Le finali dalle 18.15 live su OA Sport e in differita serale sulla Rai

I 200 SL DELLA DIVINA – Batteria agevole per la veneta, 1’57”19 che la issa al secondo posto momentaneo dietro alla svedese Michelle Coleman, 1’56”93. Difficilmente quest’oggi la Pellegrini migliorerà l’1’55”30 degli Assoluti di Riccione, ma la testa è ovviamente già in Brasile. E anche le rivali statunitensi, che da stanotte inizieranno gli entusiasmanti Trials ad Omaha, la temono. “Wonderful. So quanto sia competitiva l’italiana, e averla battuta (ai Mondiali di Kazan, ndr) è stato qualcosa di speciale, è un’agonista come noi americane“, ha dichiarato una certa Katie Ledecky alla Gazzetta dello Sport in edicola stamattina. E l’olimpionica di Londra Allison Schmitt ha aggiunto: “Una nuotatrice pazzesca, anche se ha 27 anni va forte come una ragazzina. Averla accanto ti carica e ti fa soffrire, perché non molla mai fino agli ultimi metri. Davvero grande, è impressionante vederla in tv. E, cosa che non guasta, è pure una bella persona. A Rio sarà una grande sfida per noi“. In ottica staffetta 4×200, da segnalare Alice Mizzau e Chiara Masini Luccetti già sotto i due minuti, 1’59”49 e 1’59”81, mentre Stefania Pirozzi fa 2’00”26. Lontane Martina De Memme (decima, 2’00”52), Diletta Carli (11esima, 2’00”’55) ed Erica Musso, addirittura 16esima in 2’01”76.

VELOCITA’ SENZA ORSI – Niente Bomber nei 100 sl, ma l’assenza era nell’aria già dalla giornata di ieri e, soprattutto, non incide sulle ambizioni olimpiche dell’emiliano. Sul Resto del Carlino di oggi si legge infatti che Marco Orsi sarà comunque a Rio per la staffetta 4×100 sl, bronzo mondiale in carica. Non farà i 50 sl individuali – causa citomegalovirus in primavera – ma ha comunque il biglietto prenotato da grande speranza per il quartetto. “Farò parte della staffetta – le sue parole -. Vedremo se ci sarà anche un’opportunità in più sui 100 stile libero“. Luca Dotto, primatista italiano e campione europeo, è per ora terzo in 49”13. Comanda il francese Jérémy Stravius (48”84) che, dopo aver fatto un bello scherzetto a Florent Manaudou, sogna silenziosamente anche verso i Giochi. Ottavo Filippo Magnini, ancora così così, in 49”57.

ALTRE GARE – 2’11”84 nei 200 dorso per Margherita Panziera, ancora a caccia del pass olimpico dopo la febbre di Riccione e l’errore in virata di Londra. Nomi grossi e generazioni a confronto nei 50 farfalla femminili con la 38enne svedese Therese Alshammar (25”82), da poco qualificata per i suoi sesti Giochi, e la 16enne canadese Penny Oleksiak (26”13). In mezzo c’è un’altra bella storia con l’olandese Inge Dekker (25”92) guarita a marzo da un tumore cervicale. Silvia Di Pietro insegue in 26”46. 2’12”83 per l’olimpionico Daniel Gyurta nei 200 rana, 2’13”05 per Flavio Bizzarri e 2’13”49 per il bronzo di Londra 2016 Luca Pizzini. Assolo della giapponese Kanako Watanabe nei 200 rana: 2’25”56.

I RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fin/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top