LIVE – Nuoto, Trofeo Settecolli 2016: PELLEGRINI STRATOSFERICA! Sotto l’1’55”. Panziera e Ciccarese: minimi sfiorati

Federica-Pellegrini-nuoto-foto-da-facebook.jpg

Terza ed ultima giornata del Trofeo Internazionale Settecolli 2016 di nuoto nell’affascinante scenario del Foro Italico in Roma ed un menù succulento ci attende oggi, vale a dire i 200 stile libero d Federica Pellegrini. Una Pellegrini che, al momento, è stata semplicemente “Divina”: regale il suo incedere in acqua nei 100 stile libero di ieri, valsi il nuovo record italiani di 53″18 (sesto tempo al mondo sulla distanza). Per una distanza fatta per gioco, è un gran bel darsi ludico. Today non si scherza più, è il momento delle 4 vasche che l’hanno vista nascere, trionfare a 16 anni e continuare a lottare all’alba dei 30, anche se parlare di età per una donna non è mai molto carino. Il tempo di ieri rilancia ad una grande prestazione anche nei 200 metri, seppur si è consci che in questo periodo di carico, appena tornati dall’altura, la fluttuazione cronometrica è quasi una certezza. Inutile negare, però, che l’interesse c’è al pari di quello che riguarda le sue compagne della staffetta 4×200 sl, in difficoltà nel 2016, i centisti (Luca Dotto e Filippo Magnini su tutti) in caccia di riscontri interessanti e la chiosa degli 800 stile libero di Gabriele Detti e Gregorio Paltrinieri, a suggello di un meeting unico al mondo. Non resta quindi che seguire insieme le gare di questo last day e godersi lo spettacolo.

Nuoto, Settecolli 2016: programma e orari di domenica 26 giugno e gli azzurri in gara

CLICCA F5 PER AGGIORNARE LA PAGINA

20.00: Gabriele Detti chiude alla grande il Sette Colli vincendo gli 800 stile libero con 7’43″06 a 20 centesimi dal personale. Per Paltrinieri seconda piazza a 7’50″98

19.57: ai 400 Detti ha un vantaggio di quasi 3″ su Paltrinieri

19.52: tra poco la serie più veloce degli 800 stile libero con Lavado, Andriola, Acosta, Acerenza, Paltrinieri, Detti, Ruffini, Kessler, Lupoli

19.49: Ilaria Cusinato vince i 200 misti. La giovane azzurra si impone in 2’12″80 battendo Ugolkova e Sebestyen. Il minimo per Rio è lontano 7 decimi

19.45:. tra poco la finale dei 200 misti donne: Cusinato, Toni, Trombetti, Ugolkova, Sebestyen, Franceschi, Rosa, Laukkanen

19.41: Verraszto vince i 200 misti uomini con 2’00″09, davanti a Sorriso (2’00″93), terzo Gratz (2’01″10)

19.37: Christou vince la finale B dei 200 misti con 2’01″90

19.31: pubblico romano in estasi per la prestazione Federica Pellegrini che ancora una volta sa esaltarsi al foro italico. E’ già tempo di finale dei 200 misti uomini con Stacchiotti, Glessi, Codia, Sorriso, Gratz, Verraszto, Turrini, Cova

19.28: Prestazione straordinaria di Federica Pellegrini che lancia un messaggio chiaro a tutte le rivali. Per l’oro a Rio c’è anche lei! Brutte notizie arrivano invece dalle altre componenti della staffetta: quinta Mizzau, sesta Masini Luccetti, settima Pirozzi, tutte sopra l’1’59”

19.27: FANTASTICA FEDERICA PELLEGRINI! Vince i 200 stile libero in 1’54″55, il suo miglior tempo dell’anno e in tessuto!

19.24: Diletta Carli vince la finale B con 1’59″75

19.22: ci prova Federica Pellegrini a risollevare una giornata fin qui non esaltante. Tra poco la finale dei 200 sl donne: Masini Luccetti, Mizzau, Simonovic, Coleman, Pellegrini, Kapas, Murez, Pirozzi

19.20: brutte, bruttissime notizie per la 4×100 stile libero uomini. Vince Stravius in 48″79, davanti a Dotto in 49″18, poi Magnini con 49″51 e Belotti in 49″56

19.18:; Santucci vince la finale B dei 100 stile libero con 49″48

19.07: tra poco la finale dei 100 stile libero uomini: Magnini, Maglia, Dotto, Stravius, Shioura, Belotti, Sadauskas, Kosma

19.05: la campionessa del mondo Kanako Watanabe vince i 200 rana con 2’24″20, davanti a De Ascentis in 2’26″59, terza Sztankovics, quarta Elisa Celli in 2’26″70

18.58: tra poco i 200 rana donne: Verona, Fangio, Laukkanen, Watanabe, Sztankovics, De Ascentis, Celli, Fissneider

18.56: Flavio Bizzarri vince in rimonta i 200 rana in 2’11″00 a un secondo dal minimo per Rio, battendo Gyurta (2’11″12) e Titenis. Crolla nel finale il bronzo di Londra, Pizzini, quarto

18.52: il kazako Balandin vince la finale B dei 200 rana in 2’13″69

18.50: tra poco la finale dei 200 rana uomini con questi protagonisti: Loschi, Titenis, Pizzini, Gyurta, Bizzarri, Davies, Fossi, Horvath

18.48: Therese Alshammar vince la finale A dei 50 farfalla in 25″94, sopravanzando la giovane stella canadese Oleksiak (26″08) e Silvia Di Pietro, terza in 26″32.

18.47: Molnar vince la finale B dei 50 farfalla donne in 27″

18.45: tra poco la finale dei 50 farfalla donne: Jallow, Szilagyi, Di Pietro, Alshammar, Bianchi, Oleksiak, Mainville, Williams

18.43: Laszlo Cseh vince i 50 farfalla uomini in 23″58, secondo Piero Codia con un buon 23″73, terzo Barrett in 23″80

18.41: D’Angelo vince la finale B dei 50 farfalla con 24″04

18.37: tra poco la finale dei 50 farfalla uomini: Schlesinger, Borgen, Tsurkin, BarrettCseh, Codia, Hasegawa, Vimercati

18.34: la canadese Masse completa la tripletta nel dorso vincendo i 200 in 2’08″79. Delusione per Margherita Panziera che fallisce il minimo per Rio chiudendo seconda in 2’10″21 a poco più di 5 decimi dal minimo. Terza la giovanissima Ramatelli in 2’12″63

18.30: Carlotta Zofkova vince la finale B dei 200 dorso con 2’15″19

18.27: tra poco la finale dei 200 dorso donne: Gyorgy, Scalia, Colorado, Masse, Panziera, Ramatelli, Esposito, Siebner.

18.25: Cristopher Ciccarese vince la finale A dei 200 dorso con 1’57″96, battendo Malerba (1’ì58″94) e Mencarini (1’59″16. Notevole il crono di Ciccarese a meno di sei decimi dal minimo per Rio

18.24: iniziata la sessione pomeridiana del Sette Colli. Luca Restivo ha vinto la finale B dei 200 dorso uomini

11.58: finite le batterie della terza e ultima giornata. Alle 18.15 le finali. Attesa per i 100 sl di Luca Dotto e, soprattutto, i 200 sl di Federica Pellegrini.

11.57: pochi squilli anche nella gara femminile. Il report: Maria Ugolkova 2’15”12 (Svizzera), Dalma Sebestyen 2’15”99 (Ungheria), Luisa Trombetti 2’16”08, Sara Franceschi 2’16”12, Carlotta Toni 2’16”28, Martina Rosa 2’16”70, Simona Baumrtova 2’16”82 (Rep. Ceca), Ilaria Cusinato 2’16”93.

11.45: ultima gara di giornata, 200 misti femminili in quattro batterie.

11.43: 2’01”61 per Giovanni Sorriso nei 200 misti maschili. Davvero una gara povera di squilli. I qualificati per la finale: Giovanni Sorriso 2’01”61, Benjamin Gratz 2’01”98 (Ungheria), Piero Codia 2’02”16, Lorenzo Glessi 2’02”47, David Verraszto 2’02”47 (Ungheria), Federico Turrini 2’02”54, Raphael Stacchiotti 2’02”81 (Lussemburgo), Davide Cova 2’02”87.

11.28: il programma di giornata si chiuderà con i 200 misti maschili (5 batterie) e poi femminili (4).

11.26: tutto tranquillo per Federica Pellegrini, 1’57”19 e secondo posto di qualifica in finale. Le migliori 8: Michelle Coleman 1’56”93 (Svezia), Federica Pellegrini 1’57”19, Katarina Simonovic 1’58”87 (Serbia), Boglarka Kapas 1’58”88 (Ungheria), Alice Mizzau 1’59”49, Andrea Murez 1’59”56 (Israele), Chiara Masini Luccetti 1’59”81, Stefania Pirozzi 2’00”26.

11.24: molto veloce la quinta batterie, si issa al comando la svedese Michelle Coleman in 1’56”93.

11.20: 1’59”49 per Alice Mizzau, prima sotto i 2′ in queste batterie.

11.10: sei batterie di 200 stile libero adesso! Occhi puntati su Federica Pellegrini, quinta corsia della sesta batteria per lei.

11.08: non è partito Marco Orsi, che comunque sarà a Rio per la 4×100 sl. 49”23 per il campione europeo Luca Dotto. Il riepilogo dei qualificati per la finale: Jérémy Stravius 48”84 (Francia), Shinri Shioura 48”98 (Giappone), Luca Dotto 49”23, Sebastiaan Verschuren 49”40 (Olanda), Marco Belotti 49”52, Mindausgas Sadauskas 49”56 (Lituania), Gianluca Maglia 49”56, Filippo Magnini 49”57.

11.05: 48”84 per il francese Jérémy Stravius, nettamente al comando dopo otto batterie.

11.00: dalla sesta batteria spunta Gianluca Maglia in 49”56.

10.58: dopo 4 batterie comanda il norvegese Runar Borgen, tempo ancora molto alto: 50”60.

10.52: i momenti più attesi della giornata! Ora 10 batterie della gara regina, 100 stile libero maschili, e a seguire Federica Pellegrini nei 200 sl femminili.

10.50: miglior tempo di qualifica per la giapponese Kanako Watanabe, 2’25”56. Il riepilogo delle otto qualificate: Kanako Watanabe 2’25”56 (Giappone), Anna Sztankovics 2’27”9 (Ungheria), Jenna Laukkanen 2’28”28 (Finlandia), Giulia De Ascentis 2’28”41, Francesca Fangio 2’29”06, Elisa Celli 2’29”20, Giulia Verona 2’29”38, Lisa Fissneider 2’29”39.

10.39: quattro serie di 200 rana femminili adesso. Non parte Ilaria Scarcella.

10.37: l’olimpionico ed ex primatista mondiale Daniel Gyurta balza al comando in 2’12”83. Gli otto qualificati per la finale del pomeriggio: Daniel Gyurta 2’12”83 (Ungheria), Flavio Bizzarri 2’13”05, Luca Pizzini 2’13”49, Luke Davies 2’14”00 (Gran Bretagna), Gledrius Titenis 2’14”12 (Lituania), Claudio Fossi 2’14”25, Daniel Loschi 2’14”31, David Horvath 2’14”32 (Ungheria).

10.29: 2’14”25, salta al comando Claudio Fossi,

10.25: 2’15”38, assolo nella seconda serie per Daniele Ceccuti, classe 1995 della Rari Nantes Florentia.

10.20: ora cinque batterie di 200 rana maschili.

10.19: nomi grossi al vertice dei 50 farfalla femminili, che pur non olimpici faranno divertire nella finale del pomeriggio. Il riepilogo: Therese Alshammar 25”82 (Svezia), Inge Dekker 25”92 (Olanda), Penny Oleksiak 26”13 (Canada), Silvia Di Pietro 24”46, Sandrine Mainville 26”98 (Canada), Elena Gemo 27”11, Liliana Szilagyi 27”17 (Ungheria), Michelle Williams 27”18 (Canada).

10.16: sette serie anche per i 50 farfalla femminili. Dopo la quinta è la 16enne canadese Penny Oleksiak a guidare il gruppo in 26”13.

10.13: 23”83, è del britannico Adam Barrett il miglior tempo delle batterie dei 50 farfalla maschili. Riepilogo qualificati: Adam Barrett 23”83 (Gran Bretagna), Laszlo Cseh 23”94 (Ungheria), Yauhen Tsurkin 23”96 (Bielorussia), Piero Codia 24”03, Runar Borgen 24”18 (Norvegia), Junya Hasegawa 24”32 (Giappone), Marcus Schlesinger 24”33 (Israele), Leonardo Vimercati 24”35.

10.08: 23”94 per l’ungherese Laszlo Cseh, al solito dominatore del delfino. 24”03, terzo, per Piero Codia, che ha saltato i 100 di venerdì. Ora le ultime due serie con Matteo Rivolta e Ben Proud.

10.05: sette serie di 50 farfalla maschili adesso, gara non olimpica. Dopo le prime tre comanda il 18enne Giulio Brugnoni in 24”66.

10.03: il riepilogo delle finaliste dei 200 dorso. Kylie Masse 2’11”61 (Canada), Margherita Panziera 2’11”84, Simona Baumrtova 2’13”49 (Rep. Ceca), Carolina Colorado 2’14”91 (Colombia), Giulia Ramatelli 2’14”99, Silvia Scalia 2’15”12, Ambra Esposito 2’15”77, Reka Gyorgy 2’16”24 (Ungheria).

10.00: 2’11”84 per l’azzurra Margherita Panziera che sale al secondo posto dopo le batterie dei 200 dorso femminili.

9.58: 2’11”61, passa in testa la canadese Kylie Masse.

9.54: 2’13”49 per la ceca Simona Baumrtova dopo le prime due serie femminili dei 200 dorso.

9.50: ora quattro serie di 200 dorso femminili. Occhi puntati su Margherita Panziera che ha fallito il pass olimpico sia a Riccione che a Londra, tradita prima dalla febbre e poi da un banale errore in virata.

9.48: non cambia nulla neanche dopo la terza serie. I qualificati per la finale: Jacopo Bietti 2’00”22, Adam Telegdy 2’00”23 (Ungheria), Michele Malerba 2’00”32, Luca Mencarini 2’00”’34, Mattia Aversa 2’00”37, Christopher Ciccarese 2’00”60, Balazs Zambo 2’00”65 (Ungheria), Emanuel Turchi (2’00”66).

9.43: 2’00”22 per Jacopo Bietti, primo dopo la quarta serie.

9.37: iniziate le batterie dei 200 dorso maschili, dopo tre serie guida l’ungherese Adam Telegdy (2’00”23)

9.22: dieci minuti all’inizio delle ultime batterie. Il programma di giornata: 200 dorso M, 200 dorso F, 50 farfalla M, 50 farfalla F, 200 rana M, 200 rana F, 100 sl M, 200 sl F, 200 misti M, 200 misti F.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto: Deepbluemedia

Lascia un commento

Top