Judo: Stephanie Inglis è tornata in Scozia, condizioni in miglioramento

Judo-Stephanie-Inglis.jpg

Vittima di un incidente stradale lo scorso 12 maggio, mentre si trovava in Vietnam, la judoka britannica Stephanie Inglis è stata trasportata in questi giorni in Scozia, come richiesto dai genitori dell’atleta di ventisette anni. Il viaggio è stato possibile grazie alle migliorate condizioni della ventisettenne, che da Ha Long, luogo dell’incidente, è stata prima trasportata nella capitale Hanoi, poi in Thailandia, a Bangkok, ed infine nella sua terra d’origine, ad Edimburgo. Vista la situazione critica nella quale si trova, anche se sembra rientrato il pericolo per la sua vita, il viaggio ha richiesto vari stop in India, Georgia ed Austria.

Ricordiamo che Inglis si era recata in Vietnam per insegnare la lingua inglese. Quando si trovava a bordo di una motocicletta, il suo vestito si era incastrato nella ruota della stessa, provocando l’incidente. Le donazioni di numerosi sostenitori, fino a superare la cifra di 300.000 sterline, hanno permesso di dare all’atleta le cure necessarie e di organizzare il viaggio per il rimpatrio. Ad ogni modo, sebbene le condizioni siano decisamente migliorate rispetto alle prime ore dopo l’incidente, la situazione di Stephanie Inglis resta ancora molto grave.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top