Golf, U.S. Open 2016: l’oscurità ferma il secondo round, Johnson al comando con Landry fermo

dustin-johnson-golf.jpg

Dustin Johnson


La conclusione delle prime 18 buche per i golfisti che non avevano completato la loro giornata ha protratto a lungo le competizioni del venerdì nello US Open, impedendo così la conclusione del secondo round. La classifica risulta così molto parziale e di difficile interpretazione.

In vetta alla generale si trova la coppia statunitense formata da Dustin Johnson e Andrew Landry; quest’ultimo tuttavia, leader dopo il primo giro, non ha potuto prendere il via nella seconda giornata. Per entrambi il punteggio è di -4 rispetto al par.

Johnson ha disputato un percorso contrassegnato da due birdie ed un bogey ed ha sorpassato Lee Westwood, con l’inglese anche lui fermo al palo.

In quarta piazza lo spagnolo Sergio Garcia e l’altro golfista a stelle e strisce Scott Piercy hanno affiancato l’irlandese Shane Lowry, che percorrerà le seconde 18 buche nella mattinata americana.

Per quanto riguarda molti big che non avevano completato la prima giornata di gare, la prosecuzione è stata in linea con le loro prime buche e la posizione nella generale li vede arrancare lontano dalle prime piazze, seppur con tutto il tempo a disposizione per recuperare. A titolo di esempio Jordan Spieth è 29°, mentre Jason Day è 56*,

L’azzurro Matteo Manassero non ha gareggiato ieri, per cui rimane ancorato al 72° posto, che non garantirebbe il superamento del taglio, ma si tratta di un punteggio troppo parziale per trarre conclusioni.

Le competizioni riprenderanno alle 13.00 italiane sul green di Oakmont, per il completamento del secondo round.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.pessoni@oasport.it

 

Lascia un commento

Top