Giro del Delfinato 2016: Contador vola nel prologo in salita, gli avversari inseguono! Aru lontano

Alberto-Contador-Gianluca-Santo.png

Alberto Contador detta legge nel cronoprologo del Giro del Delfinato, 4 chilometri di fatto tutti in salita, con il tempo di 11’36”. Lo spagnolo della Tinkoff ha lanciato sin da subito un segnale importantissimo in vista di quello che, in teoria, dovrebbe essere il suo ultimo Tour de France, anche se negli ultimi tempi si sono fatte insistenti le voci di un ulteriore anno (o più?) in sella anche dopo il 2016. Per lo spagnolo terzo successo in carriera al Delfinato dopo che nel 2010 si era imposto sempre nel prologo e nella settima tappa.

Seconda posizione, con 6” di ritardo, per l’australiano Richie Porte (BMC) che si è preso una piccola rivincita sull’ex compagno di squadra al Team Sky Chris Froome, terzo a 13”. A 21 e 24 secondi la coppia Etixx-QuickStep formata da Daniel Martin, quarto, e Julian Alaphilippe, quinto.

Ottima nona posizione per Diego Rosa (Astana), il migliore degli italiani sul traguardo a 37” dal vincitore odierno. 36esima posizione finale, invece, per il suo compagno di squadra Fabio Aru che è reduce da un lungo ritiro e che è ancora alla ricerca del giusto colpo di pedale dopo una prima parte di stagione non facile. Il suo obiettivo, comunque, è il Tour de France e negli ultimi giorni si è detto ottimista per la preparazione fatta in vista del mese di luglio. Il sardo ha tagliato il traguardo con un tempo 1’08” più alto di Contador. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Lascia un commento

Top