Ginnastica, Olimpiadi 2016 – Italia, tre settimane di fuoco: si decide il quintetto azzurro per Rio!

IMG_9798.jpg

Iniziano tre settimane di fuoco per l’Italia che, nei prossimi 20 giorni, è chiamata a definire il quintetto che parteciperà alle Olimpiadi 2016. Ci sono cinque biglietti per Rio e la nostra Nazionale di ginnastica artistica deve trovare le ultime risposte prima di salire sull’aereo che porta in Brasile dove il prossimo 7 agosto si disputerà il turno di qualificazione della rassegna a cinque cerchi.

Ieri si è concluso il primo collegiale a Brescia con protagoniste le 9 ginnaste che si stanno giocando i 5 body a disposizione. Enrico Casella sta facendo le scelte definitive ma c’è ancora tempo per cambiare alcune carte in tavola.

Da promessa la formazione ufficiale dovrebbe essere comunicata al termine dei Campionati Italiani Assoluti, in programma al PalaRuffini di Torino il 9-10 luglio. Il prossimo weekend, però, sarà già determinante perché Vanessa Ferrari rientra in gara dopo una prima parte di stagione difficilissima: la sua uscita ad Anadia, in Coppa del Mondo, ha i connotati dell’esame di efficienza dopo i problemi al tendine d’Achille e le varie terapie a cui si è sottoposta per ritornare in campo sognano la sua terza partecipazione olimpica.

La Campionessa del Mondo 2006 sarà impegnata in tre specialità: trave, parallele asimmetriche e il suo corpo libero. C’è tanta attesa per vedere il suo stato di forma e il livello raggiunto. La bresciana insegue il sogno medaglia, sfuggita a Londra 2012 per la regola dei pari merito. Questa volta la missione sarà ancora più ardua ma vietato non provarci.

 

Accanto alla capitana ci sarà anche Sofia Busato, reduce dal superlativo quarto posto al volteggio ottenuto agli Europei e che tornerà a disputare un all-around dopo un anno di assenza. La comasca si gioca parecchie chance in Portogallo: la neo senior è pienamente in lotta per Rio.

Tutte le altre ragazze sono rimandate al campionato nazionale: il campo gara sarà reduce supremo anche se quanto visto in allenamento e dietro le quinte avrà una certa importanza. Erika Fasana e Carlotta Ferlito hanno avuto diversi problemi in questi primi mesi dall’anno ma la loro partecipazione è troppo importante per la squadra, al pari di quella di Ferrari.

Dunque in sei per due posti. Già detto di Busato altre quattro ragazze hanno gareggiato agli Europei: Elisa Meneghini, Enus Mariani, Martina Rizzelli, Lara Mori per il quinto posto finale giunto dopo un problematico turno di qualificazione. Tea Ugrin difenderà il tricolore e si gioca le ultime chance.

 

Lascia un commento

Top